March 10, 2011 / 5:58 PM / 9 years ago

BORSA USA in calo su timori economia e motivi tecnici, male GM

NEW YORK, 10 marzo (Reuters) - Gli indici di Wall Street viaggiano in netto ribasso, con l’indice S&P 500 che ha violato un livello tecnico chiave.

I timori riguardanti il rallentamento dell’economia, per effetto dell’impatto dell’incremento dei costi energetici, prendono sempre più corpo.

Il taglio del rating della Spagna da parte di Moody’s, inoltre, ha riportato sotto i riflettori il tema del debito sovrano.

Dal punto di vista tecnico, lo S&P 500 è sceso sotto la media mobile a cinquanta giorni per la prima volta da novembre. L’impressione degli analisti è che l’ultima accelerazione dell’azionario Usa, quella partita nel settembre scorso, abbia esaurito la spinta propulsiva.

La flessione dei prezzi del greggio, che precipitano dai picchi di periodo, si traduce in vendite per il titoli del comparto energetico.

Segnali negativi dall’economia Usa: le richieste settimanali di sussidi alla disoccupazione sono aumentate di 26.000 unità e il deficit della bilancia commerciale a gennaio è cresciuto più di quanto si stimasse.

Riflettori puntati anche sulla Cina: il mese scorso, il deficit commerciale si è attestato a 7,3 miliardi di dollari, massimo degli ultimi sette anni, ma gli economisti attribuiscono il risultato alle vacanze per il Capodanno lunare.

L’indice sulla volatilità è in netto rialzo, confermandosi ben sopra quota 20, una sorta di spartiacque.

General Motors (GM.N) cede circa due punti percentuali, pagando dazio all’uscita del direttore finanziario Chris Liddell.

Altri titoli in evidenza includono Siga Technologies (SIGA.O) in caduta libera (-16% circa): la società specializzata in difesa biotecnologica ha annunciato che la consegna di un farmaco per la cura del vaiolo nel quadro di un contratto governativo avverrà più tardi rispetto ai programmi.

Ottimo debutto per la società di gestione di cliniche HCA Holdings (HCA.N) (+4% circa), protagonista di un’Ipo da 3,79 miliardi di dollari.

Human Genome Sciences HGSI.O balza del 13% circa dopo aver ottenuto dalla Fda il via libera a Benlysta, primo farmaco per la cura del lupus autorizzato negli ultimi cinquant’anni.

H&R Block (HRB.N) sale del 5% circa grazie a risultati trimestrali oltre le attese.

Starbucks (SBUX.O) (+9% circa) e Green Mountain Coffee Roasters GMCR.O (+40% circa) galvanizzate da un accordo nelle cialde per macchine da caffè e tè.

Attorno alle 18,55 italiane, il Dow Jones .DJI perde l’1,36%, lo S&P 500 .SPX l’1,38% e il Nasdaq .IXIC l’1,45%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below