January 3, 2011 / 12:49 PM / 10 years ago

WALL STREET - Stocks to watch del 3 gennaio

NEW YORK, 3 gennaio (Reuters) - I futures sul mercato azionario Usa indicano che la prima sessione dell’anno si aprirà al rialzo, proseguendo il rally di dicembre.

Gli indici di Wall Street hanno chiuso il 2010 con guadagni a due cifre, tornando ai livelli precedenti il crollo di Lehman Brothers nel settembre del 2008.

L’ottimismo degli investitori è sostenuto anche dai dati di due giorni fa sui prezzi alla produzione cinesi, che hanno mostrato un rallentamento dell’inflazione a dicembre legata a una crescita più contenuta del settore manifatturiero. Sembra quindi allontanarsi la necessità di un’ulteriore stretta monetaria da parte della banca centrale.

In calendario oggi la pubblicazione dell’indice Ism manifatturiero di dicembre, che gli analisti si aspettano in lieve miglioramento a 56,9 dal precedente 56,6.

Intorno alle 13,40 il futures sull’S&P 500 SPc1 sale dello 0,8%, il futures sul Dow Jones DJc1 avanza dello 0,73%, mentre quello sul Nasdaq NDc1 guadagna lo 0,96%.

I Treasuries Usa sono in calo, in una seduta volatile e con volumi sottili: gli analisti prevedono che la crescita economica nel 2011 sosterrà l’aumento dei rendimenti.

I titoli in evidenza oggi:

* Secondo Barron’s nel 2011 il titolo AIG (AIG.N) potrebbe registrare un calo, dal momento che il governo venderà le azioni che possiede nella compagnia assicurativa.

* Il settimanale finanziario scrive inoltre che gli strategist di Wall Street sono ottimisti sulle prospettive del mercato quest’anno, aspettandosi un rialzo di circa il 10%, trainato da alcune big-cap come Exxon Mobil (XOM.N), Wal-Mart Stores (WMT.N) e Pfizer (PFE.N). Barron’s nomina anche JPMorgan Chase (JPM.N), General Motors (GM.N), Cisco Systems (CSCO.O), United Continental Holdings UAL.N, Barrick Gold ABX.N(ABX.TO), Entergy (ETR.N) e PepsiCo Inc PEP.N tra i titoli che potrebbero guadagnare almeno il 20% nel 2011.

* Google (GOOG.O) ha avviato contatti con diversi editori di periodici per la creazione di un’edicola virtuale, in una mossa che potrebbe aprire un nuovo fronte di rivalità con Apple APPL.O, secondo la stampa.

* Facebook ha raccolto 500 milioni da Goldman Sachs (GS.N) e dal gruppo russo Digital Sky Technologies, in un’operazione che valuta la società circa 50 miliardi di dollari, secondo quanto scritto dal New York Times, che cita persone coinvolte nell’operazione.

* Bank of America (BAC.N) ha raggiunto accordi con Freddie Mac e Fannie Mae su alcuni contenziosi legati al riacquisto di mutui residenziali ceduti alle due società dalla controllata Countrywide Financial Corp. Gli accordi comporteranno per la banca nel quarto trimestre un accantonamento di circa 3 miliardi di dollari.

Inoltre un team di esperti dell’istituto sta passando in rassegna migliaia di documenti, dal momento che BofA potrebbe essere tra i prossimi obiettivi di Wikileaks, secondo il New York Times.

Il titolo sale dello 3,5% nel pre-borsa. * Rowman & Littlefield Publishing Group ha temporaneamente sospeso la fornitura di libri a Borders Group BGP.N, dopo che la catena ha detto che ritarderà i pagamenti ad alcuni venditori, secondo quanto scritto dal Wall Street Journal ieri.

* Jefferies ha tagliato i rating di Coach COH.N, Rue 21 RUE.O, Tiffany (TIF.N), Talbots TLB.N, Urban Outfitters (URBN.O) a hold da buy.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below