November 4, 2010 / 4:28 PM / 10 years ago

BORSA USA, indici balzano su pacchetto stimoli Fed,brilla retail

NEW YORK, 4 novembre (Reuters) - Indici brillanti per la piazza americana all’indomani del tanto atteso annuncio su entità e modalità delle misure di allentamento quantitativo da parte della Federal Reserve, che hanno rilanciato l’appetito di rischio tra gli investitori.

Il piano di acquisto di Treasuries da 600 miliardi di dollari della Fed ha sollevato gli asset piu’ rischiosi, dall’azionario alle materie prime, facendo contemporaneamente scivolare il dollaro di oltre l’1% rispetto al paniere delle valute chiave .DXY.

Il CBOE Volatility Index Vix , visto come indicatore della paura di Wall Street, è scivolato di quasi il 6%. L’indice in genere si muove in modo inverso rispetto all’S&P 500.

“Da un lato questo [stimolo della Fed] è stato inferiore a quanto gli investitori avessero inizialmente sperato. D’altro canto, con il progressivo sgonfiarsi delle aspettative sull’entità del programma nell’arco delle ultime settimane il dollaro si è stabilizzato”, si legge in una nota di Ubs.

“A nostro parere si tratta di un significativo elemento positivo, dato che un QE aggiuntivo avrebbe potuto portare a un regime aggressivo di svalutazioni competitive. Questo potrebbe creare il rischio di essere una forza destabilizzante, che danneggi la crescita globale. Visto ciò, siamo soddisfatti che si tratti di un programma leggermente inferiore (alle attese)”, hanno aggiunto.

Intorno alle 17,15 il Dow Jones .DJI avanza dell’1,6%, il Nasdaq .IXIC dell’1,25% e l’S&P 500 .SPX dell’1,43%.

Il settore retail riflette i rialzi nell’azionario a partire da TARGET CORP (TGT.N) (+3%) fino alla catena di abbigliamento per adolescenti ZUIMEZ (ZUMZ.O) (+12%), dopo che a ottobre le vendite a perimetro costante sono cresciute sopra le attese. L’indice di settore .RLX sale dell’1,59%.

Anche UNILEVER (UL.N) nella sua quotazione americana sale del 6,5%, dopo un aumento dei ricavi del terzo trimestre in linea con le attese.

Rally di FORD F.N> (+4,2%) a un massimo a sei mesi, con l’allungo della causa automobilistica per la seconda seduta di fila dopo che ieri ha riportato vendite su del 21%, ben al di sopra dell’11% delle vendite in generale degli Stati Uniti.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below