July 20, 2010 / 3:15 PM / 10 years ago

Borsa Usa in calo su delusione fatturato, dati immobiliare

NEW YORK, 20 luglio (Reuters) - Wall Street è trascinata al ribasso dalle delusioni a catena sui risultati societari, che continuano in larga maggioranza a denunciare problemi sotto il profilo del fatturato pur superando in molti casi le previsioni sugli utili.

“Gira tutto intorno al fatturato”, dice Jamie Cox, managing partner di Harris Financial Group a Colonial Heights, Virginia. “La scorsa estate abbiamo già visto questo film, utili sopra le stime ma ricavi inferiori alle attese. Allora non importava e il mercato è salito. Ora questo trend non va più bene”.

Intorno alle 17,00 l’indice Dow Jones .DJI perde circa lo 0,9%, lo Standard & Poor 500 .SPX cede lo 0,65% e il tecnologico Nasdaq .IXIC lascia sul terreno oltre un punto percentuale a -1,08%.

Ibm (IBM.N) perde quasi il 4% dopo aver annunciato, ieri a mercati chiusi, un fatturato che pur crescendo del 2% delude le attese e accusa un calo dei contratti per servizi. Johnson & Johnson (JNJ.N) è in calo del 2% dopo aver a sua volta registrato un fatturato inferiore alle previsioni e avere ridotto le stime di utili per la seconda metà dell’anno.

Il fatturato deludente è il tallone d’Achille anche di Texas Instruments Inc TXN.N, che perde oltre il 4,5% dopo aver subito un calo degli ordini da parte di un produttore di telefonini, che gli analisti identificano in Nokia NOK1V.HE(NOK.N).

Nonostante ricavi e utili superiori alle attese, cede il 4% Whirlpool (WHR.N), che non ha dato soddisfazione agli investitori non avendo incrementato la guidance per l’anno in corso.

Goldman Sachs (GS.N), altro caso di fatturato sotto le stime nonostante un utile superiore al previsto, riesce invece a invertire la tendenza dopo i primi scambi, e dopo essere stata in calo ben oltre il punto percentuale scambia intorno al +0,4%.

Qualche spiraglio arriva anche da Astec Industries (ASTE.O), produttore di macchiari per costruzioni stradali che vede il fatturato internazionale salire del 34% e il titolo balzare a +6% in borsa.

Corrono a sfiorare il +5% United Airlines UAUA.O e Continental Airlines (CAL.N), rimbalzando in parte dopo i cali degli ultimi giorni dopo aver annunciato un accordo in linea di principio con i rispettivi piloti che dovrebbe facilitare il percorso verso la fusione dei due vettori, atteso — dice United — per l’ultimo trimestre del 2010.

Sul fronte macroeconomico, gli investitori hanno accolto con poco entusiasmo la notizia che le aperture di nuovi cantieri sono cadute oltre le previsioni a giugno, toccando il valore minimo degli ultimi otto mesi. La sensazione è che la ripresa abbia perso almeno una parte dello smalto visto nei mesi scorsi.

A temperare il pessimismo è la notizia che sono però aumentate le concessioni di permessi di costruire, segno che forse la curva dell’attività può tornare a salire più rapidamente.

Si aspettano ora i risultati di Apple Inc (AAPL.O) e Yahoo Inc YHOO.O.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below