April 23, 2010 / 11:35 AM / in 10 years

Wall Street - Stocks to watch del 23 aprile

NEW YORK, 23 aprile (Reuters) - I futures sugli indici di Wall Street sono in rialzo, preannunciando un’apertura positiva dei mercati finanziari americani.

I titolari dell’economia dei paesi leader a livello mondiale si riuniscono oggi a Washington con l’intento di tracciare la strada oltre l’orizzonte della crisi finanziaria, ma anche oltre oceano si avvertono le scosse che minacciano le fondamenta delle finanze pubbliche greche.

Stamattina il governo di Atene ha chiesto formalmente l’attivazione del pacchetto di aiuti Ue-Fmi. Tocca ora a Commissione Ue e Bce deliberare sulla validità della richiesta, perché poi i ministri della zona euro decidano sull’assegnazione dei prestiti di emergenza.

Sul fonte macroeconomico interno, gli Stati Uniti attendono alle 16 italiane i dati del ministero del Commercio sulle vendite di nuove case a marzo. Gli economisti prevedono un incremento a 330.000 unità, dalle 308.000 di febbraio.

L’aggiornamento sarà preceduto, alle 14,30, da quello sugli ordinativi di beni durevoli per il mese di marzo. Le attese sono per un incremento degli ordini rispetto al mese precedente, ma di entità inferiore rispetto all’incremento di febbraio su gennaio.

Attorno alle 13,25 italiane, il futures sullo S&P 500 SPc1 sale dello 0,36%, il derivato sul Nasdaq NDc1 dello 0,20%, mentre il contratto a giugno sul Dow Jones DJc1 guadagna lo 0,13%.

I titoli in evidenza oggi:

* SCHLUMBERGER (SLB.N), leader mondiale dei servizi all’industria petrolifera, ha registrato un calo del 28% dell’utile trimestrale a 672 milioni di dollari, facendo comunque leggermente meglio delle stime degli analisti per i primi tre mesi dell’anno. La società si aspetta un quadro complessivo in miglioramento grazie alla ripresa delle quotazioni del greggio, soprattutto sui mercati extra-americani.

* XEROX (XRX.N) ha battuto ampiamente le stime degli analisti - già di per sé molto positive - sui risultati del primo trimestre. La società ha annunciato un utile per azione pari a 18 centesimi, contro i 13 centesimi previsti e più che triplicato dai 5 centesimi del primo trimestre 2009. Per l’intero anno fiscale, la società si dice ottimista.

* JOHNSON CONTROLS (JCI.N) ha annunciato in mattinata un incremento delle proprie previsioni di utili annuali, dopo un secondo trimestre fiscale che ha visto il fatturato crescere del 32% con un aumento della redditività in tutti i business superiore alle attese.

* HONEYWELL INTERNATIONAL (HON.N) ha visto salire le vendite del 3% nei primi tre mesi del 2010 e migliorerà la guidance annuale sugli utili per azione e sul cashflow. L’eps, atteso a 0,47 dollari dagli analisti, è stato di 0,68 dollari al netto delle componenti straordinarie e di 0,50 dollari incluse tali componenti.

* AMAZON.COM (AMZN.O) ha perso il 4,7% nell’afterhours di ieri sera, dopo l’annuncio a mercati chiusi di un outlook su fatturato e utili giudicato deludente dagli investitori.

* Caduta ieri dopo la campana anche per MICROSOFT (MSFT.O), cui non basta aver superato abbondantemente le previsioni degli analisti circa l’utile trimestrale grazie alle forti vendite di Windows 7. I mercati, dicono alcuni trader, speravano in un risultato ancora più forte a sostegno dell’idea che il mercato informatico abbia lasciato la crisi alle proprie spalle.

* AMERICAN EXPRESS (AXP.N) ha annunciato ieri sera a mercati chiusi che l’utile netto è più che raddoppiato nel primo trimestre, confermando i progressi del gruppo nella lunga marcia oltre la crisi finanziaria.

* CAPITAL ONE FINANCIAL (COF.N), banca ed emittente di carte di credito, ha annunciato a mercati chiusi ieri sera un utile trimestrale di 636 milioni di dollari, decisamente superiore alle previsioni, non dovendo accantonare a fronte di rettifiche quanto si pensava.

* Il direttore di GOLDMAN SACHS (GS.N) Rajat Gupta ha riferito al magnate degli hedge fund Raj Rajaratnam di un investmento da 5 miliardi di dollari in Goldman da parte di Berkshire Hathaway (BRKa.N) (BRKb.N), società di Warren Buffett, prima che l’accordo fosse reso pubblico, dice il Wall Street Journal citando una fonte vicina all’operazione. * Il comparto finanziario beneficia di una serie di miglioramenti di rating o target price da parte del broker Ubs: PRINCIPAL FINANCIAL PFG.N passa da “sell” a “neutral”, AMERIPRISE FINANCIAL (AMP.N) passa da un target di 49 a 56 dollari, LINCOLN NATIONAL (LNC.N) passa da 34 a 41 dollari, METLIFE (MET.N) da 46 a 54 dollari, REINSURANCE GROUP OF AMERICA (RGA.N) da 56 a 75 dollari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below