March 16, 2010 / 3:39 PM / 10 years ago

Borsa Usa migliora leggermente dopo conferma S&P su Grecia

NEW YORK, 16 marzo (Reuters) - Migliorano fino a portarsi sui massimi di seduta gli indici della borsa Usa grazie alla decisione di Standard & Poor’s di confermare la propria valutazione sul rating greco, contestualmente rimosso dalla lista di rating watch.

A poche ore ormai dal termine della riunione di Federal Reserve chiamata a esprimersi su livello dei tassi e condizioni dell’economia gli scambi restano comunque improntati alla prudenza.

L’istituto centrale dovrebbe optare per il mantenimento dell’attuale status quo di politica monetaria con tassi di riferimento prossimi allo zero. A parere degli analisti è probabile un nuovo riferimento alle condizioni di elevata disoccupazione e scarsa pressione sui prezzi al consumo che permettono di mantenere tassi “eccezionalmente bassi” per “un periodo prolungato”.

Un simile orientamento ha finora sostenuto i corsi delle borse, dal momento che l’elevata quantità di fondi a buon mercato incoraggia i flussi di investimento in direzione di asset a maggior rischio e rendimento.

Il cambio del dollaro/euro si porta intanto a ridosso dei minimi di seduta, a beneficio delle quotazioni di greggio e materie prime che a propria volta sostengono gli indici azionari.

Il paniere S&P sulle commodity .GSPM mostra un recupero di 1% e la società mineraria Cliffs Natural Resources (CLF.N) un balzo di 4,7% a 66,13 dollari.

“Si vede una certa esitazione nell’aprire posizioni a poche ore dall’annuncio Fed sui tassi” spiega Dan Cook, analista Ig Markets.

L’economista non prevede che l’istituto centrale Usa estenda il programma di acquisto di obbligazioni garantite da mutui, programma peraltro in fase di esaurimento che dovrebbe terminare a fine mese. Il mercato deovrebbe tuttavia mantenersi assai prudente in caso di possibili novità.

Intorno alle 16,30 il Dow Jones degli industriali .DJI avanza di 32,65 punti (0,31%) a 10.674,80, lo Standard & Poor’s 500 .SPX di 5,97 punti (0,52%) a 1.156,48 e il Nasdaq Composite .IXIC di 10,79 punti (0,46%) a 2.373,00.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below