February 5, 2010 / 6:07 PM / 11 years ago

BORSA USA in calo in scia Europa, giù ciclici industriali

NEW YORK, 5 febbraio (Reuters) - Gli indici di Wall Street viaggiano in ribasso, ma il panico che ha caratterizzato la seduta di ieri sembra rientrato.

A pesare sul listino di New York sono i timori sulla solidità finanziaria di alcuni Paesi della zona euro, che hanno fatto precipitare le borse europee negli ultimi due giorni.

Investitori Usa perplessi nell’interpretazione dei dati sul mercato del lavoro di gennaio: se, infatti, il mese scorso c’è stato un calo dei posti, che ha deluso le attese di creazione di occupazione, i dati di novembre e dicembre sono stati rivisti al rialzo, e, soprattutto, il tasso di disoccupazione è sorprendentemente sceso al 9,7%, minimo da cinque mesi.

Le preoccupazioni per l’impatto delle vicende di Grecia, Portogallo e Spagna sulla crescita mondiale zavorrano i ciclici industriali: Boeing (BA.N) perde oltre due punti percentuali e General Electric (GE.N) oltre il 3%.

In deciso ribasso le quotazioni del greggio, ma le compagnie petrolifere ne risentono in modo contenuto: Exxon Mobil (XOM.N) arretra dello 0,9% circa.

Fra le società che hanno comunicato la trimestrale, Tyson Foods (TSN.N) guadagna il 5% circa ed Aetna AET.N oltre un punto percentuale.

Tra gli altri titoli in evidenza, Corning (GLW.N) perde oltre il 3% dopo aver fornito l’outlook sul 2010.

Attorno alle 19 italiane, il Dow Jones .DJI cede lo 0,47%, lo S&P 500 .SPX lo 0,52% e il Nasdaq .IXIC lo 0,05%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below