January 4, 2010 / 12:44 PM / 11 years ago

Wall Street - Stocks to watch del 4 gennaio

NEW YORK, 4 gennaio (Reuters) - I futures sugli indici di Wall Street sono tutti positivi, preannunciando un inizio d’anno in rialzo per la borsa Usa.

Intorno alle 13,30 il derivato sullo S&P 500 SPc1 sale dello 0,63%, quello sul Dow Jones DJc1 dello 0,57% e quello sul Nasdaq 100 NDc1 dell’1,17%.

La borsa Usa ha chiuso in calo l’ultima seduta dell’anno sotto il peso di qualche presa di beneficio. Nell’intero 2009 il Dow Jones .DJI è salito del 19%, lo Standard & Poor’s 500 .SPX ha guadagnato il 24% e il Nasdaq .IXIC il 44%.

Ieri il presidente della Federal Reserve Ben Bernanke ha detto che una severa regolamentazione finanziaria sarebbe stata la via migliore per evitare la bolla immobiliare che ha contribuito a causare la recente recessione, ma ha aggiunto che non si può più escludere una politica monetaria restrittiva dall’arsenale a disposizione per prevenire future crisi.

Sul fronte macro il mercato aspetta oggi i dati sulle spese per le costruzioni di dicembre e l’indice ISM manifatturiero, entrambi in agenda alle 16,00, che potrebbero fornire delle indicazioni sulle prospettive dell’economia.

Tra i titoli in evidenza:

* Occhi puntati su Alcon ACL.N dopo che la svizzera Novartis NOVN.VX ha annunciato l’intenzione di prendere il pieno controllo della società specializzata in prodotti per la cura degli occhi in un’operazione da 39,3 miliardi di dollari che prevede l’acquisto della quota di maggioranza dalla Nestle NESN.VX. * L’attenzione sarà concentrata anche sui titoli delle compagnie aeree dopo che quello della Japan Airlines 9205.T è balzato oggi del 31% a Tokyo grazie a nuovi fondi assicurati dal governo per fronteggiare l’emergenza liquidità in attesa di un possibile salvataggio del gruppo.

* Credit Suisse ha alzato il giudizio su Morgan Stanlay (MS.N) a “outperform” da “neutral” e il target price a 38 da 32 dollari dopo aver ridotto le stime per il 2009 ma alzato quelle sul 2010; confermato “outperform” per Goldman Sachs.

* Il settore energetico potrebbe beneficiare del rialzo del greggio CLc1 sopra gli 80 dollari al barile - seppure con volumi sottili - dovuto in parte alla notizia che la Russia ha sospeso i rifornimenti alle raffinerie della Bielorissia.

Ubs ha alzato il giudizio sul settore Usa della raffinazione a “neutral” da “underweight” perchè, sostiene, la domanda di petrolio sta crescendo in modo evidente.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below