June 25, 2020 / 3:06 PM / a month ago

BORSA USA-Rimbalza ma guadagni limitati da nuovi casi coronavirus, richieste sussidi

25 giugno (Reuters) - L’azionario statunitense è in lieve rialzo dopo aver registrato ieri la peggiore giornata delle ultime due settimane, in un panorama comunque improntato alla cautela per un aumento allarmante dei nuovi casi di coronavirus e un elevato numero di richieste di sussidi di disoccupazione.

** I dati del dipartimento del Lavoro hanno mostrato che 1,48 milioni di cittadini statunitensi hanno fatto richiesta per i sussidi di disoccupazione la scorsa settimana. Il numero è appena inferiore a quello di 1,5 milioni registrato nella settimana precedente, con i datori di lavoro costretti a licenziare i dipendenti nonostante le riaperture delle attività.

** Un nuovo aumento di casi di coronavirus in tutto il Paese ha alimentato ancora una volta i timori di un nuovo lockdown allo scopo di contenere la pandemia e ha minacciato di frenare il rally di Wall Street che prosegue dalla fine di marzo su una serie di misure di stimolo economico in tutto il mondo.

** Alle 16,25 il Dow Jones Industrial Average guadagna 104,05 punti o lo 0,41%, a 25.365,22, l’S&P 500 è in rialzo di 5,51 punti, o lo 0,18%, a 3.055,84, mentre il Nasdaq Composite sale di 12,31 punti, o dello 0,12%, a 9.921,47.

** Dopo essere arrivato a meno di 5 punti percentuali dai massimi storici a inizio giugno, l’S&P 500 ha perso circa il 6% nelle ultime due settimane e gli analisti hanno messo in guardia su ulteriori possibili flessioni sulla scia di previsioni economiche sempre più negative.

** WALT DISNEY scivola oltre l’1% dopo aver posticipato la riapertura dei parchi a tema a causa della crisi sanitaria. Secondo indiscrezioni stampa l’azienda starebbe considerando anche di rimandare l’uscita del film “Mulan” prevista per il 24 luglio.

** BOEING cede lo 0,54% dopo che la rivale AIRBUS ha raggiunto un importantissimo target di produzione di aerei di linea e sistemato recenti problemi industriali. Berenberg ha inoltre declassato il rating del produttore di aerei statunitense a “sell”, sottolineando il rischio a breve termine relativo alla pandemia, la lenta ripresa dei viaggi aerei e le incertezze relative ai tassi di produzione. (Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below