January 16, 2013 / 12:32 PM / 8 years ago

Wall Street - Stocks to watch del 16 gennaio

NEW YORK, 16 gennaio (Reuters) - Apertura attesa in ribasso a Wall Street, dove i futures sugli indici muovono sotto la parità a circa due ore dall’inizio delle contrattazioni.

Il mood è sottotono anche sulle piazze azionarie europee, che ritracciano in scia alle prese di profitto, dopo il recente balzo che le ha portate sui massimi plurimensili.

Sul fronte risultati corporate, sono attesi oggi i risultati di alcune big del comparto bancario Usa, tra cui BNY Mellon e Goldman Sachs, che potranno influenzare anche l’andamento dello stoxx europeo.

Delle società dell’S&P 500 che hanno già riportato i conti del quarto trimestre, il 25% ha deluso le attese sugli utili, mentre il 29% quelle sui ricavi, secondo le rilevazioni Thomson Reuters Starmine.

L’agenda macro Usa prevede per oggi la diffusione dei nuovi dati sui prezzi al consumo e sui redditi reali di dicembre, oltre a quelli sui flussi di capitale netti a novembre e su produzione industriale e capacità di utilizzo a dicembre.

Ieri gli indici di Wall Street hanno chiuso positivi in scia a dati sulle vendite al consumo migliori delle attese, con il Dow Jones in rialzo dello 0,20% e l’S&P 500 dello 0,11%. Apple ha zavorrato il Nasdaq per il terzo giorno consecutivo, facendolo scendere dello 0,2%.

Intorno alle 13,25 italiane, il futures sul Dow Jones perde lo 0,35%, quello sull’S&P 500 lo 0,25%, mentre il derivato sul Nasdaq è poco mosso.

In crescita l’obbligazionario, con i treasuries decennali che avanzano di 8/32, per un rendimento dell’1,807%, mentre i trentennali salgono di 21/32, e rendono il 2,991%.

I titoli in evidenza:

* JPMORGAN CHASE ha visto un aumento degli utili nel quarto trimestre grazie alla crescita dei mutui sulle abitazioni. Il titolo perde tuttavia l’1,1% nel preborsa.

* GENERAL MOTORS ha riferito ieri che si attende un utile operativo in rialzo solo “modesto” quest’anno - un commento che dovrebbe spingere gli analisti a rivedere al ribasso il consensus.

* Nel focus BOEING, in scia ai problemi di sicurezza che hanno interessato i suoi velivoli Dreamliner. I due principali operatori giapponesi hanno riportato a terra le flotte di 787 dopo che uno dei jet ha effettuato un atterraggio di emergenza. Il titolo cede il 4,4% nel premarket.

* Le trattative finalizzate al delisting di DELL sono in fase avanzata, con almeno quattro banche coinvolte nel finanziamento dell’operazione. L’operatore di private equity Silver Lake, che sta orchestrando il deal, aveva contattato alla fine dell’anno scorso Credit Suisse, Bank of America Merrill Lynch, Barclays e Rbc per il finanziamento. Barclays ha alzato il target price sul titolo a 14 dollari da 10.

* FACEBOOK ha sviluppato un proprio motore di ricerca interno al sito. Barclays ha alzato il prezzo obiettivo del titolo a 30 dollari da 26.

* La catena di supermercati WALMART STORES ha annunciato che nei prossimi 10 anni aumenterà le proprie forniture di prodotti americani per circa 50 milioni di dollari, scrive il Nyt.

* Barclays ha alzato il target price anche di AMAZON.COM e di EBAY, rispettivamente a 245 dollari da 220, e a 60 dollari da 55.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below