November 9, 2011 / 4:04 PM / 9 years ago

Borsa Usa in calo, Italia alimenta timori su zona euro

NEW YORK, 9 novembre (Reuters) - A Wall Street gli indici perdono oltre il 2% negli scambi mattutini dopo che l’impennata dei rendimenti dei titoli di stato italiani ha alimentato le paure di un avvitamento della crisi del debito della zona euro.

Il rendimento del Btp decennale è volato fino al livello record del 7,5% e per la prima volta dall’introduzione dell’euro il titolo a due anni rende più del decennale dopo che la decisione della cassa di compensazione LCH Clearnet SA di alzare da domani il margine iniziale applicato al debito italiano ha fatto scattare violente ondate di vendite.

La promessa di dimissioni del premier Silvio Berlusconi non è riuscita a convincere i mercati che il paese riuscirà a portare avanti le riforme economiche richieste, ponendo l’Italia al centro delle attenzioni dei mercati nell’ambito della crisi del debito europeo al posto della Grecia.

Sulle base delle precedenti esperienze di Irlanda, Portogallo e Grecia, rendimenti sopra la soglia del 7% sono considerati dagli investitori l’anticamera per la richiesta degli aiuti finanziari.

“C’è una paura di default che sta chiaramente spingendo al rialzo i rendimenti dei titoli. Questo fa scattare la necessità di applicare misure di austerità”, dice Joseph Tanious, strategist di mercato a JP Morgan Funds di New York.

“A sua volta questo determina un ‘fiscal drag’ e spinge le economie europee, che sono già sull’orlo di una recessione, ancora più in basso, aggravando i problemi e alimentando una spirale negativa”, aggiunge.

Sul listino Usa i bancari pagano l’esposizione al debito europeo: Morgan Stanley perde il 6,5% e Goldman Sachs oltre il 5%. L’indice KBW Capital Markets arretra del 4,3%.

Tra gli altri comparti General Motors scivola di oltre l’8% dopo avere detto che non raggiungerà il break even in Europa per il 2011, come sperato, a causa del deterioramento delle condizioni dell’area.

Attorno alle 16,50 italiane il Dow Jones perde il 2,15%, lo Standard & Poor’s 500 il 2,37%, e il Nasdaq il 2,53%.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below