October 6, 2009 / 2:41 PM / 11 years ago

BORSA USA in rialzo su dollaro debole, stretta Australia

NEW YORK, 6 ottobre (Reuters) - L’azionario Usa ha guadagnato oltre l’1% sulle rinnovate speranze di una ripresa economica globale, dopo che la banca centrale australiana, prima fra gli istituti centrali del G20, ha elevato i suoi tassi d’interesse di 25 punti base a 3,25%.

La valuta Usa è stata inoltre penalizzata contro un paniere di valute .DXY da un articolo, poi smentito, del britannico Independent, che riportava che gli stati del Golfo starebbero valutando di usare altre valute per il commercio di petrolio.

Intorno alle 16,35 italiane il Dow Jones .DJI sale dell’1,13%, lo Standard & Poor’s 500 .SPX dell’1,19% e il Nasdaq .IXIC dell’1,53%.

Il rialzo del prezzo delle materie prime ha dato una spinta alle azioni del settore, con Alcoa (AA.N) che è salita del 3,4% a 13,87 dollari, mentre Caterpillar (CAT.N) ha guadagnato l’1,6% a 51,57 dollari, registrano il maggiore rialzo del Dow industrials.

Nuovo record di tutti i tempi per i derivati sull’oro, con il contratto a dicembre sul Comex GCZ9 in corsa fino al record di 1.038 dollari l’oncia secondo gli schermi Reuters sulla spinta della correzione del dollaro.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below