August 19, 2013 / 7:15 AM / 7 years ago

Egitto, 24 poliziotti morti in agguato nel Sinai, oggi riunione Ue

IL CAIRO (Reuters) - Presunti militanti islamici hanno ucciso oggi almeno 24 poliziotti egiziani nella penisola del Sinai, dove gli attacchi sulle forze di sicurezza si sono moltiplicati da quando l’esercito ha deposto il presidente Mohamed Morsi lo scorso 3 luglio.

Un manifestante egiziano fa il segno di riconoscimento dei sostenitori dei Fratelli musulmani e del deposto presidente Mohamed Morsi e tiene in una mano il Corano, durante una protesta vicino al Cairo. REUTERS/Amr Abdallah Dalsh

Tre poliziotti sono inoltre rimasti feriti nell’attacco avvenuto con granate e colpi di artiglieria pesante nei pressi di Rafah, al confine con Israele, secondo quanto riferito da fonti sanitarie e della sicurezza.

Intanto ieri, i Fratelli musulmani hanno accusato le forze di sicurezza di aver ucciso decine di detenuti islamici, aumentando la pressione nella crisi che sta scuotendo il più popoloso stato del mondo arabo.

Almeno 850 persone sono morte da mercoledì scorso in scontri tra i sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi e le forze di sicurezza, nel peggior bagno di sangue della storia moderna egiziana.

Mentre cresce l’ansia da parte dell’Occidente, il capo dell’esercito egiziano ha giurato che risponderà duramente alle violenze, chiedendo ai Fratelli di rispettare la volontà della gente e accettare la rimozione dello scorso 3 luglio di Morsi, che ha fatto seguito a gigantesche proteste di strada.

I diplomatici dell’Ue si riuniranno oggi a Bruxelles per rivedere come usare a proprio vantaggio la promessa di donazioni e prestiti per circa 5 miliardi di euro, cercando di fare pressione sul nuovo governo del Cairo per arrivare a un compromesso.

Dalla caduta di Hosni Mubarak oltre due anni fa, l’Egitto è passato da una crisi all’altra, allarmando gli alleati occidentali e Israele, con cui ha firmato un trattato di pace nel 1979.

Il ministero dell’Interno ha detto che 36 membri dei Fratelli sono morti ieri durante un tentativo di evasione vicino alla capitale, spiegando che i detenuti sono morti soffocati dai lacrimogeni.

Offrendo una versione molto diversa degli eventi, una fonte legale ha detto a Reuters che 38 persone sono morte per asfissia nel retro di un van della polizia.

“Le morti mostrano le violazioni e gli abusi a cui sono soggetti i detenuti politici che si sono opposti al golpe del 3 luglio”, ha detto la fonte.

Centinaia di sostenitori dei Fratelli musulmani sono stati arrestati negli ultimi giorni in tutto l’Egitto nel tentativo di mettere fine a settimane di proteste.

Il governo ha detto che almeno 70 membri delle forze di sicurezza sono morti negli ultimi cinque giorni.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below