March 21, 2013 / 7:10 PM / 6 years ago

Bersani propone governo di cambiamento a tutto Parlamento

di Roberto Landucci e Massimiliano Di Giorgio

ROMA (Reuters) - Il presidente Giorgio Napolitano domani presenterà e motiverà le sue decisioni a conclusione delle consultazioni per la formazione del nuovo governo.

Gli incontri si sono conclusi al Quirinale questa sera con la delegazione del Pd. Pier Luigi Bersani, a sorpresa, ha annunciato di avere chiesto al capo dello Stato di poter presentare in Parlamento un governo di cambiamento, con un programma di riforme economiche, sociali e istituzionali (compresa la legge elettorale) e di poter verificare in aula quali parlamentari sono disponibili a sostenere tale tentativo.

Duro il segretario del Pd con il Movimento 5 stelle: “Noi abbiamo mostrato rispetto per i loro elettori, loro non hanno mostrato uguale rispetto per i nostri”.

Le consultazioni erano riprese questa mattina al Quirinale, dopo che ieri era emerso il desiderio di Giorgio Napolitano di dare presto una guida al Paese ma non era venuta a galla una maggioranza parlamentare.

Il Movimento 5 stelle, che con il 25% dei voti alle elezioni del mese scorso sembra essere diventato l’ago della bilancia della legislatura, ha chiesto al capo dello Stato di essere incaricato per la formazione del nuovo governo benché sia il secondo partito della Camera e il terzo del Senato. Nel caso in cui restassero all’opposizione, i 5 stelle ambiscono alla presidenza della Commissione di vigilanza Rai e del Comitato parlamentare per la sicurezza, il Copasir.

“Il Movimento 5 Stelle è primo per numero di voti per questo chiediamo ufficialmente un incarico di governo. Nel caso il Presidente ci accordasse l’incarico pieno, indicheremmo il nostro premier”, ha detto la capogruppo alla Camera, Roberta Lombardi al termine dell’incontro con il capo dello Stato, leggendo una dichiarazione scritta.

M5s è il secondo partito alla Camera dopo aver preso 8,739 milioni di voti tra l’Italia e l’estero, dietro il Pd che è primo con 8,932 milioni di voti totali.

La Lombardi è stata ricevuta insieme con il capogruppo a Palazzo Madama, Vito Crimi, e il leader del movimento, Beppe Grillo.

A chi le chiedeva quale fosse il nome indicato dal movimento come candidato premier, la portavoce M5S ha risposto: “Abbiamo indicato un progetto per il Paese”. Su questo punto, Crimi ha letto l’elenco dei venti punti nei quali sia articola il programma a 5 stelle, nel quale compaiono il reddito minimo di cittadinanda e anche il referendum sull’euro.

GRASSO: IO PRONTO ANCHE A INCARICO PER BENE ITALIA

Il comico genovese, molto atteso dalla stampa, ha invece lasciato il Quirinale da un’uscita laterale e ha affidato il proprio commento al suo blog, escludendo un appoggio del movimento a un governo guidato dal presidente del Senato Pietro Grasso, come ipotizzato oggi da alcuni giornali.

“Il M5S non accorderà alcuna fiducia a governi politici o pseudo tecnici con l’ausilio delle ormai familiari ‘foglie di fico’ come Grasso. Il M5S voterà invece ogni proposta di legge se parte del suo programma”, dice Grillo sul web.

Grasso, interpellato poco dopo in Senato sulla sua eventuale disponibilità a guidare il nuovo esecutivo ha risposto: “Per fare qualcosa per il mio Paese sono pronto a tutto”.

Bersani ha finora respinto la proposta del centrodestra di Silvio Berlusconi, rilanciata anche oggi, di un governissimo di larghe intese con il Pdl e punta invece a guidare un esecutivo basato su otto punti.

Al termine dell’incontro con il presidente della Repubblica, a cui il Pdl si è presentato in modo inedito anche con la Lega Nord, l’ex premier di centrodestra ha detto: “Restiamo in campo noi e il partito democratico su cui incombe la responsabilità di dare un governo al Paese”.

Berlusconi ha più volte parlato di posizione di “responsabilità” della sua parte politica dicendosi “assolutamente a disposizione per un governo di coalizione per misure su economia che sono largamente condivise nei programmi elettorali dei partiti”.

L’ex premier ha anche criticato il Pd al quale è già andata la presidenza delle due Camere sostenendo che “non può pretendere” anche la presidenza del Consiglio e della Repubblica

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below