11 febbraio 2013 / 11:49 / tra 5 anni

Dimissioni Papa, commenti di leader mondiali e politici

ROMA (Reuters) - Sorpresa e turbamento sono le prime reazioni delle cancellerie europee e dei politici italiani per i quali la notizia è deflagrata nel mezzo della campagna elettorale.

Papa Benedetto XVI in una immagine di archivio REUTERS/Max Rossi

Di seguito i commenti raccolti:

GIORGIO NAPOLITANO, presidente della Repubblica

“Traspariva come fosse provato e consapevole di una fatica difficile da sostenere. Credo sia stato un gesto di straordinario coraggio e senso di responsabilità. Tenere sulle proprie spalle un mandato così straordinariamente impegnativo come quello del Pontefice della Chiesa cattolica deve fare i conti con il prolungarsi della vita non sempre in condizioni egualmente sostenibili”. Benedetto ha avuto “grande coraggio e grande generosità. E da parte mia moltissimo rispetto”.

MARIO MONTI, presidente del Consiglio

“Ho sentito la notizia qualche minuto fa, ovviamente è una novità assoluta. Sono molto scosso da questa notizia inattesa”, ha detto ai giornalisti che lo interpellavano a margine di un evento a Milano. “Non sono davvero in grado di commentare su un tema così importante e profondo e prima ancora di avere conoscenza dei fatti”.

FRANCOIS HOLLANDE, presidente francese

“E’ una decisione assolutamente rispettabile. La Repubblica saluta il Papa che prende questa decisione, ma non ha altri commenti da fare su ciò che appartiene innanzitutto alla Chiesa. E’ una decisione umana e legata ad una volontà che deve essere rispettata”.

ANGELA MERKEL, cancelliere tedesco

“Se il Papa stesso, dopo approfondita riflessione, è giunto alla conclusione di non avere più la forza per condurre il suo mandato, ha il mio massimo rispetto. Ha dovuto prendere una decisione difficile”.

YONA METZGER, rabbino capo di Israle

“Nel suo periodo (di pontificato) ci sono state le migliori relazioni tra la Chiesa e il rabbinato capo e speriamo che questo trend continui. Penso che miriti molto credito per avere portato avanti i legami interreligiosi tra Giudaismo, Cristianità e Islam”.

PIERLUIGI BERSANI, segretario del Pd

“Papa Benedetto XVI grande teologo, ha messo la teologia al servizio della Chiesa. Il suo è gesto di impostazione, di novità per il futuro”.

ANGELINO ALFANO, segretario del Pdl

“Esprimo i sentimenti più profondi di gratitudine per ciò che ha fatto con il suo magistero e per quanto continuerà a fare”.

ALESSANDRA MUSSOLINI

“Desta sconcerto e smarrimento lasciare il proprio gregge senza pastore. Il Papa non è un uomo come gli altri, ma essendo il Vicario di Cristo, proprio quando sa di non potercela più fare, ha il dovere di andare avanti e portare la croce sino alla fine. E’ un grande segnale di destabilizzazione mondiale che indebolisce la Chiesa”. Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below