January 27, 2012 / 6:42 AM / 7 years ago

Naufragio Giglio, membro equipaggio Concordia fa causa a Carnival

(Reuters) - Un membro dell’equipaggio della Costa Concordia, naufragata all’Isola del Giglio lo scorso 13 gennaio, ha fatto causa alla Carnival, società cui fa capo Costa, nella prima di quella che potrebbe essere una lunga serie di azioni legali negli Stati Uniti sul disastro.

E’ quanto si evince da documenti processuali.

Gli avvocati di Gary Lobaton, membro dell’equipaggio in servizio sulla Costa Concordia, hanno detto nella denuncia che il loro cliente non era consapevole delle “condizioni pericolose” della nave da crociera fino a quando non è stato troppo tardi per abbandonarla.

La causa cercherà di chiarire se Carnival abbia derogato dagli standard di sicurezza internazionali durante la crociera.

“Il capitano della Costa Concordia, Francesco Schettino, ha dato in ritardo l’ordine di abbandonare la nave e di calare le scialuppe di salvataggio”, hanno detto i legali di Lobaton nella denuncia.

Lobaton, che ha fatto causa alla Carnival individualmente e per conto di tutte le altre persone che hanno subito danni simili nel disastro, ha avanzato una richiesta di danni alla società.

Lobaton ha inoltre chiesto al Tribunale di assegnare lo status di class-action alla causa.

Nel naufragio della Costa Concordia sono morte finora 16 persone mentre i dispersi sono 19.

Non è stato possibile raggiungere Carnival per un commento.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below