November 2, 2011 / 10:25 AM / 8 years ago

WikiLeaks,Alta Corte Gb: Assange va estradato

di Michael Holden

Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange lascia l'Alta corte di Londra . REUTERS/Andrew Winning

LONDRA (Reuters) - Il fondatore di WikiLeaks Julian Assange, le cui attività hanno provocato l’ira del governo americano, va estradato in Svezia per essere interrogato su presunti reati sessuali.

Lo ha stabilito oggi l’Alta Corte di Londra, dopo avere respinto un appello presentato dal 40enne australiano.

Ora Assange ha due settimane per presentare appello contro la sentenza dell’Alta Corte. Comunque un ricorso al più alto organo della giustizia britannica, la Corte Suprema, può essere presentato solo su un aspetto di legge ritenuto di interesse generale pubblico.

Le autorità svedesi vogliono sentire Assange in merito alle accuse di stupro e aggressione sessuale presentate da due ex volontarie di WikiLeaks.

“Considereremo i nostri prossimi passi nei giorni a venire”, ha detto Assange in una inusualmente breve dichiarazione dopo la sentenza.

All’interno dell’aula, l’australiano ha ascoltato con attenzione l’udienza di 10 minuti, ma all’annuncio della sentenza non ha tradito alcuna emozione.

All’esterno del tribunale, sia all’arrivo che alla fine, è stato circondato dai sostenitori, tra cui alcuni indignati accampati da settimane davanti alla cattedrale di St. Paul.

Assange è stato arrestato in Gran Bretagna 11 mesi fa e da allora vive in libertà condizionata nella residenza di campagna di un suo facoltoso sostenitore.

L’uomo ha negato di aver commesso reati, affermando che si tratta di una vicenda dalle motivazioni politiche, forse coordinata da esponenti Usa per reazione alla diffusione di migliaia di documenti segreti da parte del sito WikiLeaks.

Ma i procuratori svedesi affermano che il caso non ha nulla a che vedere con le attività del sito.

Nel 2010 WikiLeaks ha reso pubblici 391.832 documenti sulla guerra in Iraq e 77mila documenti ‘classificati’ del Pentagono sul conflitto afghano. Ha anche reso disponibili 250mila cablogrammi riservati relativi alle comunicazioni tra il dipartimento di Stato e oltre 270 diplomatici in mezzo mondo.

A febbraio un giudice britannico aveva già dato parere favorevole all’estradizione in Svezia, ma Assange aveva presentato appello. I suoi avvocati sostengono che la richiesta svedese non sia valida e che i rapporti sessuali furono consensuali.

Al contrario, l’avvocato della svedese che accusa Assange ha criticato la corte britannica per il troppo tempo a suo avviso impiegato per arrivare alla sentenza.

A ottobre Assange ha annunciato che WikiLeaks avrebbe smesso di pubblicare cablogrammi segreti e si sarebbe invece occupato della raccolta di fondi, dopo il blocco finanziario dei pagamenti al sito attuato da aziende Usa come Visa e MasterCard.

Secondo l’ex hacker, se il blocco non venisse sospeso a fine anno, WikiLeaks dovrebbe chiudere i battenti.

((Redazione General News Roma +3906 85224380, fax +3906 8540860,

[Story not fully loaded, incomplete text]

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below