October 28, 2011 / 2:54 PM / 9 years ago

Ponte sullo Stretto, per governo si farà nonostante mozione

Un'immagine generata al computer del progetto per il Ponte sullo Stretto di Messina REUTERS/Stretto di Messina S.p.A./Handout

ROMA (Reuters) - Ventiquattr’ore dopo il voto della Camera che ha chiesto di cancellare i finanziamenti statali per il Ponte sullo Stretto di Messina, la presidenza del Consiglio ha detto che l’opera non sarà comunque cancellata.

“L’opera, infatti, è solo in parte finanziata dall’intervento pubblico. L’onere complessivo dell’infrastruttura prevede anche la partecipazione di capitale privato, l’utilizzo di Fondi strutturali e di altre fonti”, dice una nota diffusa da Palazzo Chigi.

Ieri Montecitorio ha approvato, col voto favorevole dell’opposizione e l’astensione della maggioranza, una mozione che impegna il governo a cancellare il finanziamento statale del Ponte, per complessivi 1 miliardo e 700 milioni di euro, per destinare tale somma al trasporto pubblico locale.

Il viceministro delle Infrastrutture Aurelio Misiti ha dato parere favorevole alla mozione nel suo intervento in aula, ma è stato poi smentito dal ministro Altero Matteoli, secondo cui il governo continua a essere favorevole alla realizzazione dell’opera destinata a unire Calabria e Sicilia.

La scorsa settimana, intanto, la Commissione europea ha stralciato il Ponte dai finanziamenti comunitari alle infrastrutture strategiche Ue, almeno fino al 2020.

(Massimiliano Di Giorgio)

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below