October 26, 2011 / 6:13 AM / 8 years ago

Maltempo, cinque morti accertati in Liguria e Toscana

MILANO (Reuters) - L’ultimo bilancio, ancora provvisorio, fissa a cinque le vittime dell’ondata di maltempo che ha colpito ieri la Liguria e la Toscana, provocando straripamenti di fiumi e torrenti e pesanti disagi alla circolazione che ostacolano i soccorsi.

Fulmini su Predazzo, in Trentino. La foto è del 13 luglio 2011. REUTERS/Giampiero Sposito

La Protezione civile per la giornata di oggi ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse, sottolineando che la perturbazione “persisterà in particolare in Veneto e Friuli, estendendosi nella giornata di domani alle regioni centro-meridionali”.

A Roma invece - colpita la scorsa settimana da un violento nubifragio che ha provocato un morto e paralizzato la città - dopo le abbondanti piogge della notte e di stamani, le autorità hanno detto che la situazione è sotto controllo pur con disagi per chi viaggia.

In Liguria e Toscana, tra le zone colpite dal maltempo ci sono i comuni della provincia di La Spezia di Ameglia, Beverino, Borghetto Vara, Brugnato, Calice al Carnoviglio, Monterosso, Pignone, Riccò del Golfo, Sesta Godano e Vernazza e quelli dell’alta Lunigiana in provincia di Massa Carrara.

Si tratta di zone in cui i soccorsi sono rallentati a causa delle interruzioni del sistema viario e ferroviario e dove ci sono anche difficoltà nelle comunicazioni per il crollo dei ponti radio, che ha provocato l’interruzione del funzionamento della telefonia fissa e mobile.

Al momento sul tratto ferroviario tra Sestri Levante e La Spezia - riaperto da poco - si viaggia su un unico binario e il ritorno alla normalità è previsto per domenica, mentre resta ancora bloccata la circolazione ferroviaria a Vernazza, dove c’è stata una frana.

Chiusa anche fino a venerdì l’autostrada A12 tra Sestri Levante e La Spezia.

TRE VITTIME IN LIGURIA, DUE IN TOSCANA

In Liguria, a Borghetto Vara in provincia di La Spezia, tre persone sono morte, come ha riferito nel pomeriggio la prefettura di La Spezia. In precedenza fonti della Protezione civile avevano parlato di sei vittime.

I corpi delle altre due vittime invece - un uomo e una donna - sono stati recuperati nella notte nella zona urbana di Aulla, nella provincia toscana di Massa Carrara, secondo quanto riferito dai vigili del fuoco.

Nello stesso centro, secondo i pompieri - che nella notte hanno effettuato 30 salvataggi -, la situazione è particolarmente critica e complessa nonostante al momento non ci siano dispersi.

Tra i dispersi, i soccorritori sono alla ricerca di due persone a Monterosso, nelle Cinque Terre, e di altri due uomini irreperibili dopo il crollo di una casa avvenuto ieri sera in località Cassina a Pignone. I pompieri che ne hanno individuato la posizione stanno scavando nel fango, benché le speranze di trovarli ancora in vita siano scarse.

Sul versante toscano, sono almeno trecento gli sfollati che nel corso della notte hanno trovato riparo in palestre e altre strutture in Lunigiana, come dice la Regione Toscana, aggiungendo che attualmente sono sette-otto le frazioni isolate e cinque i ponti crollati nell’alto bacino del Magra investito dall’esondazione.

Oggi intanto la Protezione civile invita la popolazione a evitare di esporsi a rischi tenendosi lontani da corsi d’acqua, ponti, passerelle, aree dissestate e allagate, evitando di scendere in scantinati e sottopassi e di passare sotto scarpate naturali o artificiali.

“Se non strettamente necessario, è consigliabile evitare di mettersi in viaggio”, fa sapere ancora il Dipartimento.

Redazione General News Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +390266129720, fax +3902 867846 -- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below