October 24, 2011 / 9:53 AM / 8 years ago

Mills, legittimo impedimento per premier. Rinvio a 28/11

MILANO (Reuters) - I giudici del Tribunale di Milano hanno accolto oggi la richiesta di legittimo impedimento avanzata dai legali di Silvio Berlusconi, rinviando così a fine novembre il processo in cui il presidente del Consiglio è imputato di corruzione in atti giudiziari dell’avvocato britannico David Mills.

Una foto che accosta il legale britannico David Mills al premier Silvio Berlusconi. REUTERS/Stephen Hird/Tony Gentile/Files

Niccolo’ Ghedini, uno degli legali di Berlusconi - che, contrariamente a quanto previsto, non ha preso parte all’udienza di oggi - ha letto una lettera della presidenza del Consiglio in cui si scrive che a seguito della riunione di ieri del consiglio europeo a Bruxelles, e in previsione del nuovo consiglio europeo di mercoledì 26 ottobre, il premier è impegnato alle 10 in un incontro con il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, alle 12 con il capo dello Stato Giorgio Napolitano e che alle 18 è previsto un consiglio dei ministri.

SOSPESA PRESCRIZIONE

Oggi era prevista la testimonianza in video-conferenza dello stesso Mills, che è stata invece rinviata al prossimo 28 novembre, data della prossima udienza del processo. Fino ad allora saranno sospesi i termini di prescrizione.

E’ stata invece rinviata al 5 dicembre l’udienza - in un primo momento fissata per venerdì prossimo - in cui si sarebbe dovuto sentire il premier.

“Faremo valutazioni tecniche per stabilire se Berlusconi farà dichiarazioni spontanee o se si farà interrogare”, ha detto Ghedini fuori dall’aula riferendosi all’udienza del 5 dicembre.

I giudici inoltre hanno fissato una serie di date fino al 16 gennaio, quando teoricamente potrebbe arrivare la sentenza del processo.

“La sentenza sarà pronunciata a metà gennaio e non più tardi, perché sono stati tagliati i nostri testimoni, altrimenti sarebbe stata fatta poi e sarebbe stata più giusta”, ha detto ancora Ghedini oggi.

Nella vicenda, il premier è imputato di corruzione giudiziaria con l’accusa di aver pagato 600.000 dollari all’avvocato britannico Mills affinché rendesse testimonianze reticenti in processi in cui era precedentemente imputato Berlusconi.

Mills, in un processo gemello, è stato condannato in primo e secondo grado come corrotto, per essere poi prosciolto dalla Cassazione per intervenuta prescrizione del reato.

Redazione General News Milano, Reutersitaly@thomsonreuters.com, +390266129720, fax +3902 867846 -- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below