March 15, 2011 / 7:30 AM / 8 years ago

Giappone affronta possibile catastrofe radioattiva

di Shinichi Saoshiro e Chisa Fujioka

Una veduta aerea di una della zone colpite dal sisma in Giappone. REUTERS/U.S. Navy/Mass Communications Specialist 1st Class Ben Farone/Handout

FUKUSHIMA, Giappone (Reuters) - Il Giappone affronta oggi una potenziale catastrofe dopo che uno dei reattori nucleari di Fukushima — danneggiati dal sisma di venerdì scorso — è esploso inviando bassi livelli di radiazioni verso Tokyo, spingendo alcune persone a lasciare la capitale e altre a fare scorta di viveri.

La crisi è sembrata aggravarsi quando il gestore dell’impianto ha fatto sapere che una delle esplosioni ha creato un buco nella sede del reattore, il che significa che il combustibile nucleare esaurito è esposto all’atmosfera.

Il primo ministro Naoto Kan ha invitato gli abitanti entro 30 chilometri dall’impianto nucleare a nord di Tokyo a restare in casa e a non sprecare elettricità, sottolineando la drammatica escalation della crisi nucleare, la più grave a livello mondiale dal disastro di Chernobyl in Ucraina nel 1986.

Le autorità di Tokyo — che si trova a 240 chilometri a sud dell’impianto — hanno detto che le radiazioni nella capitale sono 10 volte più alte del normale ma che non c’è minaccia per la salute umana.

Circa otto ore dopo le esplosioni, l’Organizzazione Meteorologica Mondiale ha detto che il vento sta disperdendo il materiale radioattivo sull’Oceano Pacifico, lontano dal Giappone e dai paesi asiatici.

Mentre le preoccupazioni per l’impatto economico della crisi crescono, la borsa giapponese ha perso il 14% prima della fine della seduta chiudendo in ribasso del 9,5%, rispetto al calo dello 7,6% di ieri.

Le autorità nipponiche hanno speso interi giorni per cercare di impedire che l’acqua necessaria per raffreddare i reattori finisse.

Le stesse autorità hanno detto che potrebbero pompare acqua all’interno del reattore che versa nelle condizioni più critiche — il numero quattro — entro due o tre giorni, ma non hanno spiegato perchè bisognerebbe aspettare per farlo.

“La possibilità di ulteriori fughe radioattive sta aumentando”, ha detto Kan alla nazione. “Stiamo facendo ogni sforzo per evitare che la fuoriuscita si allarghi. So che le persone sono molto preoccupate ma vorrei chiedervi di agire con calma”.

Il Giappone ha detto all’Agenzia per il nucleare dell’Onu che una vasca di combustibile esaurito è andata a fuoco e la radioattività è stata rilasciata “direttamente” nell’atmosfera.

Nella struttura sono stati registrati livelli di 400 millisievert all’ora, secondo quanto riferito dal governo, con l’Associazione nucleare mondiale che considera un’esposizione a livelli sopra i 100 millisievert all’anno come possibile causa di cancro.

L’azienda che gestisce l’impianto danneggiato ha evacuato 750 operai, lasciandone nell’impianto solo 50, mentre il Giappone ha annunciato una no-fly zone intorno al reattore.

Intanto l’Organizzazione mondiale per la sanità (Oms) dice che il Giappone sta adottando tutte le misure corrette per proteggere la popolazione dalla radioattività, incluse le evacuazioni.

Il Giappone non ha chiesto all’Oms di inviare esperti di contaminazione da radiazioni, ma la rete di esperti dell’agenzia Onu è in standby, ha detto il portavoce Gregory Hartl.

“Finora il Giappone ha adottato tutte le misure necessarie, evacuazione, protezione e distribuzione di potassio iodato”, ha detto Hartl a Reuters a Ginevra. “Sono le misure di salute pubblica generalmente concordate per il livello di esposizione che esiste al momento”.

Nonostante l’appello alla calma, a Tokyo la gente è corsa nei negozi per fare scorte.

La Cina ha rafforzato il monitoraggio dicendo che evacuerà i suoi cittadini ed Air China ha cancellato i voli per Tokyo. Diverse ambasciate hanno consigliato allo staff e ai loro connazionali di lasciare le aree interessate. Anche la Farnesina ha sconsigliato viaggi nel paese.

I turisti stanno abbreviando le vacanze e le multinazionali chiedono ai dipendenti di partire o dicono che stanno predisponendo piani per spostarli fuori Tokyo.

Ci sono state un totale di quattro esplosioni all’impianto di Fukushima da quando è stato danneggiato dal sisma. Le più recenti sono quelle al reattore 2 e 4.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below