February 25, 2011 / 4:36 PM / 8 years ago

Yemen, in migliaia per le strade. Un morto ad Aden

SANAA (Reuters) - Una persona è stata uccisa oggi ad Aden, città del sud dello Yemen, mentre più di 10.000 persone hanno sfilato per le strade chiedendo la dimissioni del presidente Ali Abdullah Saleh.

Sostentori del presidente yemenita Ali Abdullah Saleh. REUTERS/Khaled Abdullah

“Il corpo di un ragazzo di 20 anni è stato portato all’ospedale dopo che gli hanno sparato in testa”, ha detto una fonte ospedaliera del distretto Mualla di Aden.

Almeno 25 persone sono rimaste ferite durante le manifestazioni iniziate dopo le preghiere del venerdì, hanno riferito testimoni. Uno dei feriti è in condizioni gravi.

Le forze di sicurezza hanno istituito dei checkpoint per impedire ai manifestanti delle città vicine di unirsi alle proteste che si sono svolte ad Aden. Decine di migliaia di persone, inoltre, sono scese in piazza oggi anche nella capitale Sanaa, in fazioni opposte, sostenitori e avversari del presidente Saleh, una prova d’esame per misurare il sostegno del leader da 32 anni al potere.

I manifestanti all’esterno dell’università di Sanaa, ripetendo slogan rimbalzati nel mondo arabo dall’inizio delle rivolte in Egitto e Tunisia, hanno scandito: “Il popolo chiede la caduta del regime”.

A quasi quattro chilometri di distanza, i sostenitori hanno gridato invece slogan a sostegno del leader che a loro dire ha messo insieme una nazione frammentata e impoverita: “Il creatore dell’unità è nei nostri cuori. Non lo abbandoneremo”, hanno inneggiato.

Diciassette persone sono state uccise negli scorsi nove giorni in una forte ondata di proteste contro Saleh rimbalzate in tutto il Paese. Il presidente ha detto che non cederà “all’anarchia e alle uccisioni”.

Saleh, alleato degli Stati Uniti nella battaglia contro l’ala yemenita di al Qaeda, sta faticando nel contenere le proteste, che durano ormai da un mese e che si stanno diffondendo in tutto il paese.

Il presidente sta anche cercando di salvaguardare la traballante tregua con i ribelli sciiti del nord e di contenere l’insorgenza secessionista nel sud del paese.

L’ambasciata yemenita a Washington ha fatto sapere con un comunicato che Saleh “ha ordinato alle forze di sicurezza di garantire la protezione dei dimostranti” e di evitare contatti diretti tra le due fazioni.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below