October 26, 2010 / 9:05 AM / 9 years ago

Iraq, pena di morte per Tareq Aziz, ministro di Saddam

Una immagine del 2002 di Tareq Aziz . REUTERS/Damir Sagolj/Files

BAGHDAD (Reuters) - L’alto tribunale dell’Iraq ha condannato oggi alla pena di morte Tareq Aziz, uno dei più vicini collaboratori del dittatore Saddam Hussein, per la persecuzione di partiti islamici. Lo ha riferito l’ufficio stampa del tribunale.

La pena di morte è la prima inflitta ad Aziz, che è stato il volto del governo di Saddam nelle capitali estere e alle Nazioni Unite.

Aziz era diventato celebre ai tempi dell’invasione irachena del Kuwait nella Guerra del Golfo del 1991 quando era ministro degli Esteri.

Aziz era stato nominato ministro dell’Informazione negli anni Settanta, entrando nel 1977 nel Consiglio di Comando Rivoluzionario, gruppo di esponenti del partito Baath al potere in Iraq. Conquistato l’appoggio Usa nella guerra 1980-1988 contro l’Iran, aveva giocato un ruolo cruciale in campo diplomatico durante la guerra del Golfo, dimostrando di parlare un inglese perfetto, muovendosi con nervi saldi ed abilità nelle negoziazioni.

Dopo la cacciata delle truppe irachene dal Kuwait, Aziz aveva viaggiato sempre meno restando però figura di punta del regime. E’ apparso in pubblico l’ultima volta nel marzo 2003, per smentire le voci sulla sua morte.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below