October 19, 2010 / 4:15 PM / 9 years ago

Usa, case farmaceutiche pagano 17mila medici, dice rapporto

WASHINGTON (Reuters) - Oltre 17mila medici e altri operatori sanitari hanno ricevuto denaro da sette importanti case farmaceutiche per parlare ad altri dottori dei loro prodotti. Lo dice un’indagine condotta da un cartello di media e di organizzazioni del non profit, contenuta in un rapporto reso noto oggi.

Oltre 380 tra medici, infermieri, farmacisti e altri operatori hanno ricevuto oltre 100mila dollari nel 2009 e nel 2010, secondo l’indagine. Il rapporto dice che probabilmente i medici che hanno ricevuto somme analoghe sono di più , ma che manca la documentazione a riguardo.

I pagamenti non sono illeciti e di solito non vengono neanche considerati scorretti. Ma l’inchiesta condotta dal gruppo giornalistico ProPublica, Consumer Reports magazine, NPR radio e altri media indica che in qualche caso i medici sono stati invitati a raccomandare prescrizioni di farmaci “fuori etichetta”, cioè utilizzati in condizioni per le quali di norma invece non vengono approvati.

Il rapporto evidenza anche alcuni studi secondo cui anche piccoli regali e pagamenti ai medici possono modificarne il comportamento, e molte società hanno smesso di fare regali una volta comuni come penne, tazze e altri oggetti che recano il nome di un farmaco.

"Decine di migliaia di medici statunitensi sono pagati per parlare delle pillole preferite e per dare consigli alle società in fatto di ricerca e marketing", è scritto nel rapporto, disponibile all'indirizzo here for- doctors.

I redattori hanno utilizzato informazioni provenienti da sette case farmaceutiche: AstraZeneca, Cephalon, GlaxoSmithKline, Johnson & Johnson, Eli Lilly, Merck e Pfizer.

“Alcune delle società sono state costrette a rendere nota questa informazione in base a transazioni legali; altre rese note volontariamente”, ha detto Consumer Reports.

Secondo il rapporto, oltre il 70% delle altre aziende farmaceutiche non ha reso noti pagamenti fatti a medici, sebbene la legge di riforma del sistema sanitario approvata a marzo scorso rende l’informazione obbligatoria entro il 2013.

Le società farmaceutiche affermano spesso che pagano medici esperti per educare i loro colleghi sull’uso dei farmaci. Si tratta di seminari a margine di importanti riunioni mediche, ma in alcuni casi si tratta di brevi corsi in località turistiche.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below