September 21, 2010 / 9:46 AM / 9 years ago

Governo, da Pdl monito a finiani su voto Cosentino

ROMA (Reuters) - I deputati finiani rischiano far fallire i tentativi di ricompattare la maggioranza, se domani diranno sì, assieme all’opposizione, alla richiesta di autorizzare l’uso delle intercettazioni per l’ex sottosegretario Nicola Cosentino.

Lo ha detto oggi il capogruppo del Pdl alla Camera, Fabrizio Cicchitto.

“Non è affatto accettabile il tatticismo potenzialmente destabilizzante di chi ipotizza un eventuale voto favorevole al discorso alla Camera e al Senato del Presidente (Silvio) Berlusconi e poi l’apertura di una sorta di guerriglia parlamentare”, ha detto Cicchitto in una nota.

“In questo quadro il preannuncio di un prossimo voto favorevole all’autorizzazione all’uso delle intercettazioni riguardanti l’on. Cosentino mette in questione una posizione di principio da sempre tenuta dalla maggioranza uscita dalle elezioni del 2008 che va aldilà del caso specifico e che perdipiù rovescerebbe anche la posizione assunta nel merito dalla maggioranza della Giunta per le Autorizzazione”, si legge nel comunicato.

La Camera ha già respinto a maggioranza la richiesta di arresto di Cosentino avanzata dai giudici di Napoli nell’ambito di un’inchiesta sulla camorra casertana e la Giunta per le autorizzazioni di Montecitorio ha dato parere negativo anche alla richiesta di utilizzare le intercettazioni telefoniche relative al deputato del Pdl.

Su questa richiesta l’aula della Camera voterà domani, in un test che misurerà la consistenza della maggioranza di centrodestra prima dell’atteso intervento di Berlusconi la prossima settimana e dopo le voci sui possibili passaggi al centrodestra di deputati siciliani dell’Udc.

Il capogruppo di Futuro e libertà, Italo Bocchino, non si è sbilanciato sul voto dei 34 deputati rimasti fedeli a Gianfranco Fini dopo la sua rottura con Berlusconi.

“Ascolteremo prima il preannunciato intervento di Cosentino e in base alle sue dichiarazioni decideremo e annunceremo all’aula la nostra posizione”, ha detto Bocchino intervistato da Radio24.

Secondo fonti della maggioranza, Cosentino potrebbe chiedere lui stesso ai deputati di autorizzare la magistratura ad usare le intercettazioni, disinnescando il potenziale conflitto nel centrodestra.

Nei giorni scorsi un altro finiano, Fabio Granata, aveva detto che avrebbe votato a favore dell’autorizzazione a procedere, nonostante la relazione della Giunta di segno opposto fosse stata firmata da Antonino Lo Presti, anche lui un finiano.

Futuro e libertà sta facendo della moralizzazione della vita pubblica uno dei suoi cavalli di battaglia, mentre il Pdl insiste sulla linea della “persecuzione giudiziaria” di Berlusconi e altri dirigenti del suo partito da parte di un gruppo di giudici legati al centrosinistra.

— Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below