June 1, 2010 / 9:28 AM / 9 years ago

Ministri agricoltura Ue cercano alleati in dibattito riforma Pac

di Charlie Dunmore

MERIDA, Spagna (Reuters) - Ogni, nel corso del consiglio informale dei ministri europei dell’Agricoltura, la Francia cercherà di raccogliere sostegno sulla proposta di una forte regolamentazione dei mercati agricoli.

Materia della discussione, a Merida, la riforma della Pac, la Politica agricola comune, dal 2013.

La Francia riceve più fondi Pac di qualsiasi altro paese Ue, e cercherà di mantenere l’attuale bilancio di 50 miliardi di euro quando il dibattito sulla riforma entrerà nel vivo nei prossimi mesi.

Ma Parigi deve vedersela con l’opposizione di vari paesi, tra cui la Gran Bretagna, secondo cui le finanze pubbliche più ridotte e priorità più importanti, come la competitività e il cambiamento climatico, richiedano una modifica della spesa Ue.

Prima del meeting di Merida - una zona di vitale importanza agricola nella regione spagnola dell’Estremadura - i ministri hanno chiarito le proprie posizioni sulla Pac, e cercato di identificare i potenziali alleati nel prosieguo del dibattito sulla riforma.

“Recentemente abbiamo sperimentato gli effetti molto negativi della deregulation totale dei mercati”, ha detto il ministro francese dell’Agricoltura Bruno Le Maire ai giornalisti prima dell’inizio del vertice.

“Per l’Europa sarebbe un errore storico indebolire il proprio settore agricolo quando tutti gli altri continenti stanno difendendo e sviluppando il proprio”.

Francia e Germania, tradizionali partner nelle discussioni sulla politica agricola Ue, puntano a mettere sul tavolo una posizione comune sulla riforma del Pac nelle prossime settimane, e la Polonia potrebbe unirsi a loro dando così vita a un potente blocco negoziale.

“Se si contano insieme le agricolture di Francia, Germania e Polonia, si ottiene già qualcosa di molto significativo nel bilancio complessivo”, ha detto Le Maire.

Ma tra la Francia e i suoi partner potenziali ci sono ancora delle differenze. Nel caso della Polonia, riguardano i criteri per l’assegnazione diretta dei sussidi agli agricoltori.

L’attuale legame con i livelli storici di produzione 2000-2002 vede gli agricoltori dell’Europa occidentale ricevere sussidi più alti rispetto a quelli dei produttori di paesi che sono entrati nella Ue dopo il 2004.

Con la Germania, il divario riguarda il grado di regolamentazione Ue dei mercati agricoli. “Sulla regolamentazione di mercato i francesi vogliono andare più avanti di noi”, ha spiegato un importante rappresentante del governo tedesco a Merida.

INCERTEZZA SUL BILANCIO

Una questione chiave, nel dibattito sulla riforma della Pac, è quanto denaro l’Unione dovrebbe assegnare alla politica agricola dopo il 2013, ma regna la riluttanza ad affrontare l’argomento, per timore che metta in ombra le discussioni sugli strumenti e gli obiettivi.

La Commissione europea punta a presentare proposte sul prossimo bilancio a lungo termine dell’Unione, dal 2013 al 2020, entro luglio, proposte che saranno poi definite dai leader europei.

“I capi di stato (e di governo) decideranno il budget agricolo... Penso sia meglio che i ministri dell’Agricoltura restino incollati alla politica agricola”, ha detto ai giornalisti Henrik Høegh, ministro danese dell’Agricoltura. Ma la sua omologa britannica Caroline Spelman, che non può contare su potenti alleati nella discussione sulla riforma, ritiene che la dura realtà economica che deve affrontare l’Europa le farà guadagnare più sostenitori: “Non si può prescindere dal fatto che l’Europa sia senza soldi, dunque dovremo porre delle priorità, e ciò dovrà essere soggetto ai negoziati tra ministri”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below