November 5, 2009 / 9:49 AM / 10 years ago

Caso Cucchi, Fini riceve i familiari a Montecitorio

Il presidente della Camera Gianfranco Fini. REUTERS/Juan Medina

ROMA (Reuters) - Il presidente della Camera Gianfranco Fini stamattina ha ricevuto a Montecitorio i familiari di Stefano Cucchi, il 31enne arrestato per detenzione di droga e poi deceduto, per cause ancora da accertare, in un ospedale di Roma.

“Il presidente, nell’esprimere solidarietà e vicinanza ai familiari, ha auspicato che sulla vicenda, sulla quale non può cadere il silenzio, possa essere fatta al più presto piena luce, con l’accertamento di eventuali responsabilità”, si legge in una nota della presidenza della Camera.

Ieri il ministro della Giustizia Angelino Alfano, in un’informativa al Senato, ha assicurato che gli eventuali responsabili saranno puniti.

Cucchi è morto lo scorso 22 ottobre per “presunta morte naturale” all’ospedale Sandro Pertini di Roma, dove era arrivato in barella cinque giorni prima con una serie di ecchimosi e lesioni vertebrali, dopo essere stato arrestato il 15 ottobre perché trovato in possesso di alcuni grammi di hashish e processato per direttissima.

Dopo il ricovero, i familiari non sono più riusciti a vedere il giovane né ad avere informazioni sulle sue condizioni, finché non hanno ricevuto la notizia della morte.

Secondo le notizie raccolte dal guardasigilli, Cucchi aveva manifestato per iscritto la propria volontà di non autorizzare i sanitari al rilascio di notizie mediche ai propri familiari.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below