October 27, 2009 / 10:54 AM / 10 years ago

Grecia, otto migranti clandestini annegano vicino isola Lesbo

Clandestini raccolti in un centro di accoglienza dell'isola di Lesbo, vicino al confine con la Turchia. REUTERS/John Kolesidis

ATENE (Reuters) - Otto migranti clandestini afghani, quattro dei quali bambini, sono affogati nel mar Egeo mentre tentavano di raggiungere le coste greche, provenienti dalla Turchia. Lo hanno rivelato alcuni funzionari della Guardia Costiera.

“Diciannove persone sono cadute in acqua quando la loro barca si è andata a schiantare contro le rocce dell’isola di Lesbo”, ha detto a Reuters uno dei responsabili della Guardia Costiera greca.

Otto corpi di donne e minori sono stati recuperati in mare o sulla riva, mentre un giovane risulta ancora disperso. Nella zona dell’incidente, al momento, sta soffiando un forte vento.

Decine di migranti clandestini hanno perso la vita, negli ultimi anni, proprio cercando di approdare in Grecia dalla Turchia.

I confini per terra e per mare dei due paesi sono punti privilegiati per l’accesso di clandestini nell’Unione Europea. Nella prima metà del 2009, infatti, circa 14.000 migranti sono arrivati in Grecia, stando ai dati dell’agenzia di frontiera Frontex, con le isole di Lesbo e Samos, nel mar Egeo, come punti d’accesso privilegiati.

L’Unione Europea ha a lungo tentato, invano, di convincere la Turchia, che aspira a diventare un membro del blocco, ad adoperarsi di più nel controllo del flusso di migranti dalle sue coste occidentali verso la Grecia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below