October 18, 2009 / 3:48 PM / 9 years ago

Rio de Janeiro, secondo giorno di scontri tra gang e polizia

Un poliziotto brasiliano nella favela di Jacarezinho a Rio de Janeiro. REUTERS/Ricardo Moraes (BRAZIL CONFLICT POLITICS CRIME LAW)

di Stuart Grudgings

RIO DE JANEIRO (Reuters) - La polizia di Rio de Janeiro ha annunciato oggi di aver ucciso due presunti trafficanti di droga e di averne arrestati altri quattro durante un’operazione che si è svolta stamattina in una bidonville, all’indomani della vera e propria battaglia tra agenti e gang dedite al traffico di stupefacenti, che ha lasciato sul terreno 12 morti.

Le violenze, che sono costate la vita anche a due agenti, il cui elicottero si è schiantato al suolo ieri dopo essere stato colpito, hanno trasformato una parte di Rio in una zona di guerra, con un grave colpo alla sua immagine dopo che solo due settimane fa la città brasiliana ha vinto la candidatura per i Giochi Olimpici 2016.

Una portavoce della polizia militare ha detto a Reuters che la polizia ha ucciso i due presunti trafficanti e ne ha arrestati altri quattro nel corso di un’operazione a Jacarezinho, una delle aree dove ieri è esplosa la violenza.

Tutti gli agenti sono stati richiamati in servizio e per contenere la violenza sono stati schierati in città altri 3.500 poliziotti.

Gli scontri sono cominciati ieri mattina, quando la polizia è intervenuta per porre fine a una battaglia tra due gang rivali sulla “collina delle Scimmie”, una bidonville nella zona settentrionale di Rio.

Il pilota dell’elicottero della polizia è stato costretto ad un atterraggio di emergenza dopo esser stato colpito da un proiettile a una gamba. Il velivolo ha preso fuoco. Due agenti sono morti, altri quattro membri dell’equipaggio sono rimasti feriti. Uno degli agenti è in grave condizioni.

Ieri sono stati uccisi 10 presunti trafficanti tra scontri con le forze dell’ordine e tra bande rivali, ha detto la polizia. Una gang è anche sospettata di aver incendiato almeno otto autobus ieri per distrarre l’attenzione della polizia.

La città, che conta sei milioni di abitanti, è una delle più violente al mondo, con sparatorie quasi quotidiane tra polizia e gang pesantemente armate che controllano le circa 1.000 bidonville.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below