September 10, 2009 / 1:54 PM / 10 years ago

Berlusconi: calunnioso associarmi a prostituzione

LA MADDALENA, Olbia (Reuters) - E’ calunnioso parlare di giro di prostituzione in relazione alle feste organizzate nelle residenze del presidente del Consiglio.

Patrizia D'Addario, la escort al centro del Bari-gate. REUTERS/Fabio Serino

Lo ha detto lo stesso Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa finale del vertice italo-spagnolo, rispondendo ad una domanda di un giornalista spagnolo.

Il rappresentante di El Pais ha chiesto al premier se non abbia mai pensato di dimettersi in seguito alle polemiche sul presunto giro di prostituzione legato alle feste nelle sue dimore ed alle polemiche interne alla maggioranza in particolare con il presidente della Camera Gianfranco Fini,

“Non esiste alcun giro di prostituzione. Anche questa è una calunnia”, ha detto Berlusconi.

Il presidente del Consiglio ha quindi spiegato che fa parte della sua attività politica ed in qualità di presidente del suo partito organizzare vari incontri ed in questo quadro, fra le persone che hanno chiesto di incontrarlo, “Tarantino, Tarantini è venuto ad alcune cene accompagnato da alcune belle donne”.

Il presidente ha aggiunto che “è cosa gradevole” vedere sedute alla propria tavola belle donne: Gianpaolo Tarantini “le portava come sue conoscenti e questo è tutto”.

Il Cavaliere ha fatto a questo punto riferimento ad una di loro — riferimento che è parso essere alle dichiarazioni della escort Patrizia D’Addario —, dicendo che “una di queste persone” ha fatto delle dichiarazioni contro le quali Berlusconi sta facendo preparare una denuncia per la quale “devo decidere se procedere”. Secondo il premier sono state individuate ipotesi di “4 reati” per i quali la somma delle pene massime è di “18 anni detenzione”.

A stretto giro di mail è arrivata la replica della D’Addario.

“Qualora (nelle affermazioni di oggi, Berlusconi, ndr) si riferisca a me, così come sostenuto dalla stampa, invito il premier ad un confronto pubblico sia sulle nostre vicende specifiche sia più in generale sui rapporti uomo - donna, sulla tecniche di conquista, sul sesso ed il potere”, ha scritto D’Addario in una nota diffusa dall’ufficio legale Vigilante-Garofalo che la assiste.

D’Addario ha raccontato ai giornali di essersi fermata, dietro compenso, a palazzo Grazioli, dopo una festa, per una notte d’amore con Berlusconi ed ha presentato registrazioni che sarebbero state effettuate nel corso di quella notte.

Berlusconi ha invece ricordato come abbia deciso di procedere legalmente contro alcuni quotidiani: “Dopo 4 mesi ho deciso di dare vita a cause per porre fine ad un andazzo di questo genere con il quale si va verso l’assoluta disinformazione”.

Tornando poi alle dichiarazioni di Tarantini secondo il quale alcune delle ragazze accompagnate alle feste da Berlusconi avrebbero ricevuto compensi per loro prestazioni sessuali, ha aggiunto: “Io in vita mia mai ho dovuto dare soldi per una prestazione sessuale. E sa perché? Per chi ama conquistare la gioia piu bella è la conquista. Se tu paghi non vedo che soddisfazione c’è”. Il Cavaliere ha anche ricordato che l’Italia è un Paese di playboy ricordando Casanova.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below