July 16, 2009 / 6:17 AM / 10 years ago

Omicidio Estemirova provoca indignazione internazionale

di Aydar Buribayev e Amie Ferris-Rotman

Natalia Estemirova in una foto d'archivio. REUTERS/Dylan Martinez/Files (BRITAIN CRIME LAW OBITUARY)

MOSCA (Reuters) - Il rapimento e l’omicidio di una nota attivista cecena per i diritti umani ha provocato indignazione internazionale oggi e i suoi sostenitori in lutto si chiedono “chi sarà il prossimo”.

Mentre il corpo di Natalia Estimirova è stato riportato in Cecenia dalla vicina Inguscezia dove era stato rinvenuto, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha esortato la Russia a fare luce sulle circostanze dell’omicidio.

“Ho espresso il mio shock per l’uccisione”, ha detto Merkel dopo un colloquio con il presidente russo Dimitry Medvedev in Germania.

Medvedev ha parlato di “un episodio molto triste” e si è detto determinato a trovare e punire gli assassini di Estimirova.

L’organizzazione per i diritti umani per cui la donna lavorava ha accusato il presidente ceceno sostenuto dal Cremlino dell’omicidio, e Amnesty International ha dichiarato che questo è il risultato di una cultura dell’impunità sia in Cecenia che in Russia. Gli Stati Uniti hanno parlato di un “crimine oltraggioso”.

Natalia Estemirova, intima amica di Anna Politkovskaya, giornalista russa assassinata, lavorava per l’organizzazione a tutela dei diritti umani Memorial nella capitale della Cecenia, Grozny, e aveva documentato abusi da parte delle forze dell’ordine.

Era stata rapita ieri in Cecenia e più tardi il suo cadavere è stato rinvenuto in Inguscezia nell’ultimo di una serie di omicidi di giornalisti e di attivisti dei diritti umani in Russia, che hanno posto interrogativi sull’impegno di Medvedev per sostenere la legge e costruire una società più libera.

Il ministro russo dell’Interno, Rashid Nurgaliyev, ha detto ai giornalisti a Monaco che il governo sta valutando diversi scenari, mentre il procuratore generale Yury Chaika ha detto in una dichiarazione trasmessa dalla televisione russa che assumerà personalmente il controllo del caso.

Oleg Orlov, presidente dell’organizzazione Memorial, ha accusato esplicitamente il presidente ceceno Ramzan Kadyrov, ex ribelle divenuto fedele al Cremlino.

“Io so, ne sono sicuro, chi è il colpevole dell’omicidio di Natalia... Il suo nome è Ramzan Kadyrov”, ha detto in una nota pubblicata ieri sera sul sito web di Memorial, www.memo.ru.

“Ramzan aveva già minacciato Natalia e l’aveva insultata, la considerava una nemica personale”.

Un portavoce di Kadyrov ha detto che gli assassini saranno puniti.

“Estemirova difendeva i diritti umani. Non poteva avere nemici tra le persone che pensano lucidamente”, ha detto. “Coloro che l’hanno uccisa non meritano di essere definiti persone. Non meritano compassione e devono essere puniti come i più crudeli criminali”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below