June 23, 2009 / 3:54 PM / 10 years ago

Bari, Berlusconi: D'Addario pagata. Lei smentisce

ROMA (Reuters) - Silvio Berlusconi ha detto oggi che Patrizia D’Addario — la 42enne barese che ha fatto scoppiare il caso delle giovani donne pagate per partecipare a feste nelle residenze del premier in Sardegna e a Roma — ha agito dietro “un mandato molto preciso e benissimo retribuito”, in una dichiarazione che la donna smentisce.

Inchiesta Bari, Berlusconi: mai pagato donne,Veronica amore vero REUTERS/Thierry Roge

La vicenda è al centro dell’inchiesta di Bari sull’induzione alla prostituzione in cui è coinvolto un imprenditore pugliese che avrebbe pagato delle ragazze per partecipare a feste a Villa Certosa e a Palazzo Grazioli, entrambe residenze del premier, che non risulta indagato.

Il caso è scoppiato quando D’Addario nei giorni scorsi ha depositato presso la Procura video, foto e registrazioni delle sue visite a Berlusconi. La donna ha anche detto di aver partecipato a queste serate in casa del premier per soldi la prima volta, poi in cambio della promessa di un interessamento per una sua licenza edilizia. Anche altre ragazze hanno dichiarato di aver partecipato a queste feste presso le residenze del premier.

“Dietro l’inchiesta di Bari c’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora D’Addario”, ha detto Berlusconi in una intervista al settimanale popolare “Chi”, gruppo Mondadori, in edicola domani.

In serata è arrivata la replica della 42enne barese.

“In una intervista rilasciata oggi ad un settimanale il presidente del Consiglio sostiene, riferendosi a me, che c’è qualcuno che ha dato un mandato molto preciso e benissimo retribuito a questa signora. Smentisco che ciò sia accaduto”, ha scritto D’Addario in una nota diffusa dallo studio legale Garofalo-Vigilante che l’assiste.

“(Invito) L’onorevole Berlusconi, qualora sia in possesso della minima prova a sostegno della sua affermazione, a volerla trasmettere all’Autorità giudiziaria. Se così non fosse vorrei pregarlo di astenersi da simili affermazioni”, ha scritto ancora.

Nell’intervista a “Chi”, rispondendo alla domanda se non si fosse accorto che nel caso della D’Addario si trattava di una escort Berlusconi ha risposto: “Se sospettassi di una persona una cosa del genere, le starei lontano mille miglia”.

“Non ho mai pagato una donna. Non ho mai capito che soddisfazione ci sia se non c’è il piacere della conquista”, ha detto ancora Berlusconi.

Quanto a Gianpaolo Tarantini, l’imprenditore al centro dell’inchiesta di Bari, Berlusconi ha dichiarato: “Sono un garantista e per questo sospendo ogni giudizio”.

“L’ho conosciuto la scorsa estate in Sardegna e mi è stato presentato come un imprenditore serio e stimato. Ora che è al centro di un’indagine penso che per lui, come per ogni cittadino coinvolto in un’azione giudiziaria, debba valere la presunzione di innocenza”.

Berlusconi torna anche sul suo rapporto con la moglie Veronica Lario, che ha chiesto il divorzio dopo la vicenda di Noemi Letizia, la diciottenne di Casoria alla cui festa ha partecipato Berlusconi a fine aprile aprendo la strada alle polemiche sulle frequentazioni del primo ministro.

“E’ stata una ferita molto dolorosa. Non so se il tempo potrà rimarginarla. Quello che è certo è che la nostra è stata una grande storia d’amore. E le vere storie d’amore non si cancellano mai”, ha detto Berlusconi dicendosi “sereno. Sono triste, ma sereno”.

Poi un nuovo attacco alla stampa che si sta occupando delle inchieste e una risposta al presidente emerito della Repubblica Francesco Cossiga che lo ha invitato a non chiedere scusa e a tornare alle urne subito: “Non ho nulla di cui dovermi scusare con nessuno. Non c’è nulla nella mia vita privata di cui io mi debba scusare. Sono, invece, in tanti, dagli editori ai direttori dei principali quotidiani italiani, che debbono vergognarsi e che dovrebbero scusarsi con me. Ma non lo faranno certo. Perderanno credibilità e lettori”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below