12 maggio 2009 / 13:57 / tra 9 anni

Portavoce Vaticano: il Papa mai stato nella Gioventù hitleriana

GERUSALEMME (Reuters) - Il portavoce ufficiale del Vaticano ha detto oggi che Papa Benedetto XVI, di origini tedesche, non è mai stato membro della gioventù di Hitler, contraddicendo le citazioni attribuite allo stesso pontefice e diffuse dai media durante il suo pellegrinaggio in Israele.

<p>Papa Benedetto XVI a Gerusalemme. REUTERS/Brian Hendler/Pool (JERUSALEM RELIGION POLITICS)</p>

Il reverendo Federico Lombardi ha dichiarato che il Papa, il cui discorso di ieri al museo Yad Vashem in memoria delle vittime dell‘Olocausto è stato criticato da Israele perché troppo astratto, è stato membro di unità anti-aeree in cui sono stati arruolati molti giovani negli ultimi due anni della Seconda Guerra Mondiale.

Ma dopo che molte notizie diffuse dai media nel corso del suo viaggio in Medio Oriente hanno fatto riferimento alla sua militanza da adolescente nell‘esercito nazista, Lombardi ha detto ai giornalisti a Gerusalemme: “Il Papa non è mai stato nella gioventù di Hitler, mai, mai, mai”.

Nel libro “Il Sale della Terra”, una raccolta di riflessioni religiose e autobiografiche del 1996, basato su interviste con il giornalista tedesco Peter Seewald, l‘allora cardinale Joseph Ratzinger ha detto però di essere stato automaticamente arruolato nella gioventù di Hitler.

Alla domanda se ne sia mai stato membro, avrebbe infatti risposto: “All‘inizio non lo eravamo, ma poi quando nel 1941 l‘ingresso nella gioventù di Hitler è diventato obbligatorio, mio fratello è stato obbligato ad arruolarsi. Io ero ancora troppo giovane, ma più avanti, quando ero in seminario, sono stato registrato nella gioventù di Hitler. Appena finito il seminario, ne sono uscito”.

Ha anche detto di aver fatto parte di batterie anti-aeree e di essere stato coscritto nella fanteria tedesca durante la guerra.

Lombardi non ha detto perché il Vaticano non abbia mai smentito in passato la militanza del Papa nella gioventù hitleriana. I media hanno iniziato a parlarne ancora prima che Benedetto XVI fosse eletto nel 2005, e la notizia riappare regolarmente negli articoli su di lui.

Il portavoce del parlamento israeliano, criticando il discorso al museo Yad Vashem, ha descritto il Papa come un “tedesco che si è unito alla gioventù di Hitler e ... una persona che si è arruolata nell‘esercito di Hitler”.

Il portavoce del Vaticano ha sottolineato la distinzione tra attivisti convinti della gioventù di Hitler e membri delle unità anti-aeree, omettendo la categoria di membri involontari della gioventù hitleriana di cui Benedetto XVI avrebbe detto di far parte, secondo le citazioni attribuitegli.

“La gioventù di Hitler era un corpo di volontari, ideologicamente e fanaticamente d‘accordo con i nazisti”, ha detto Lombardi.

Il corpo ausiliario anti-aereo in cui il Papa era arruolato verso la fine della guerra “non aveva assolutamente niente a che fare con la gioventù di Hitler, con i nazisti, o con l‘ideologia nazista”, ha aggiunto.

“E’ importante dire ciò che è vero e non dire ciò che è falso su un argomento sensibile come questo”, ha detto Lombardo.

La storia del corpo ausiliario anti-aerei, noto come “Flakhelfer”, e quella della gioventù hitleriana, descrivono gli ausiliari come un‘unità organizzata della Gioventù di Hitler.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below