July 12, 2008 / 3:03 PM / 11 years ago

Omicidio Federica,Farnesina chiede scuse della Catalogna

Il ministro degli Affari esteri, Franco Frattini. REUTERS/ Dario Pignatelli

ROMA (Reuters) - Il ministero degli Esteri ha chiesto oggi all’amministrazione della Catalogna un immediato chiarimento e scuse ufficiali, bollando come “inammissibile interferenza” le accuse alla stampa italiana vicina a Silvio Berlusconi di avere dato ampio risalto all’omicidio della giovane Francesca Squarise, pur di non affrontare le difficoltà del premier.

“Le dichiarazioni di un alto funzionario dell’amministrazione catalana configurano un atteggiamento poco amichevole nei confronti dell’Italia e del suo Presidente del Consiglio e costituiscono una indebita e inammissibile interferenza negli affari interni”, si legge in una nota della Farnesina.

“Pertanto ove non intervenga un immediato chiarimento, con le relative scuse pubbliche ufficiali, dovranno essere considerate le iniziative più adeguate per tener conto di tale spiacevole contesto, anche in ragione della crescente presenza italiana in Catalogna e della tutela dei cittadini italiani”, conclude la nota.

I media italiani hanno dato risalto stamani alle dichiarazioni di Joan Boada, segretario generale per gli affari interni della Catalogna, regione della Spagna che gode di ampia autonomia, secondo cui “la stampa che è o che dipende da Silvio Berlusconi ha bisogno di storie truculente per depistare la popolazione”.

Diviso tra la fedeltà all’alleanza con Berlusconi e l’ammirazione di antica data per autonomia catalana, il ministro leghista per la Semplificazione Roberto Calderoli ha definito in una nota “inopportune” quelle frasi, “ma altrettanto connotate da un eccesso di zelo mi sono sembrate anche le comunicazioni della Farnesina”.

Francesca Squarise, padovana di 21 anni, era scomparsa nella località balneare di Lloret del Mar, vicino a Barcellona, nella notte del 30 giugno. Il suo corpo è stato ritrovato sette giorni dopo in un giardino della cittadina.

Con l’accusa di averla uccisa, è stato arrestato dalla polizia spagnola un uruguayano di 28 anni, che, secondo gli investigatori, avrebbe confessato l’omicidio.

E’ la seconda volta che la Farnesina interviene per chiedere un chiarimento alla Spagna, dopo le accuse rivolte il mese scorso da un ministro del governo di Madrid all’Italia di avere un atteggiamento xenofobo verso gli immigrati. Ma questa volta i toni sono più duri.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below