July 13, 2020 / 4:29 PM / 24 days ago

Italia, nascite a minimi record nel 2019, popolazione ancora in calo - Istat

ROMA (Reuters) - Il numero di bambini nati in Italia ha raggiunto un nuovo record negativo nel 2019, la popolazione si è ridotta e un numero maggiore di italiani si è trasferito all’estero.

Un uomo controlla il telefono accanto a un bambino in un passeggino, a Napoli, in Italia, il 19 aprile 2020. REUTERS / Ciro De Luca

E’ quanto emerge dai dati dell’Istat diffusi oggi.

La crisi demografica dell’Italia, con una popolazione in diminuzione e una forza lavoro che invecchia, è una delle ragioni alla base dell’economia cronicamente stagnante del Paese, dicono gli economisti, e la situazione sta peggiorando.

Lo scorso anno le nascite sono diminuite di circa 19.000 a 420.000, livello più basso dall’Unità d’Italia nel 1861, spiega l’Istat, mentre i decessi hanno raggiunto quota 634.000.

Bolzano, al confine settentrionale con l’Austria, è l’unica provincia italiana in cui le nascite hanno superato le morti nel 2019, mentre il tasso di mortalità più alto si rileva nella regione costiera nordoccidentale della Liguria.

La popolazione totale è diminuita di 189.000 unità a 60,25 milioni, in calo per il quinto anno consecutivo. Ciò significa che dal 2014 l’Italia ha perso circa 551.000 abitanti, all’incirca l’equivalente della popolazione di Genova, sesta città più grande del Paese.

L’economia italiana è a malapena cresciuta negli ultimi 20 anni e salari stagnanti e scarse prospettive di lavoro sono ampiamente ritenuti responsabili per la riluttanza degli italiani ad avere bambini e per l’esodo all’estero dei giovani.

Quest’anno la situazione economica del paese è peggiorata notevolmente a causa della diffusione del coronavirus, con una contrazione di circa il 10% prevista per il Pil.

Il ministro delle Pari opportunità e della Famiglia, Elena Bonetti, ha definito “scioccanti” gli ultimi dati Istat dicendo che fotografano “il costo terribilmente elevato che le giovani generazioni hanno dovuto pagare in termini di speranza per il futuro e realizzazione personale”.

Ma senza gli arrivi di migranti in Italia, il calo della popolazione residente sarebbe stato pari a circa 844.000 unità negli ultimi cinque anni, l’equivalente di Torino, quarta città italiana per popolazione.

Nel 2019, il numero di italiani che si sono trasferiti all’estero è aumentato dell’8,1% su base annua, mentre gli arrivi di immigrati sono diminuiti dell’8,6%.

Gli stranieri rappresentano l’8,8% della popolazione residente alla fine dello scorso anno, il che significa che gli italiani ammontano a 54,9 milioni.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below