August 29, 2019 / 11:35 AM / 3 months ago

Giganti del petrolio si contendono piano espansione Gnl in Qatar

LONDRA (Reuters) - Quando l’anno scorso l’anglo-olandese Royal Dutch Shell ha espresso il desiderio di acquistare una quota in un promettente blocco esplorativo di petrolio situato al largo del Sud Africa, Total — principale azionista dell’asset — si è appellata al diritto di impedire l’accordo e ha acquistato la partecipazione, solo per poi venderla a Qatar Petroleum.

Serbatoi del gas naturale liquefatto a Tokyo, Giappone. REUTERS/Issei Kato/File Photo

Il rapido corso degli eventi ha colto di sorpresa alcuni degli attori coinvolti, stando a quanto dichiarato da alcune fonti vicine all’operazione, i cui dettagli non erano stati precedentemente resi noti.

Per Total, la mossa si inseriva nella più ampia missione di rafforzare i legami con Qatar Petroleum(Qp), nel tentativo di assicurarsi una quota nell’espansione degli impianti di gas naturale liquefatto(Gnl) cui mira il paese del Golfo, un progetto che è già uno dei più grandi e redditizi nel settore energetico.

La corsa per accaparrarsi un ruolo all’interno del progetto ha fatto gola a molte delle più grandi società energetiche mondiali, comprese Exxon Mobil e Shell, che hanno anche offerto a QP quote in alcune delle loro attività più redditizie.

Qp intende espandere la sua produzione di gas liquefatto sino a 110 milioni di tonnellate all’anno dai 77 attuali nel corso dei prossimi cinque anni costruendo quattro nuovi stabilimenti di produzione.

La società dovrebbe fare i nomi dei suoi partner nei mesi a venire, secondo fonti di settore.

Exxon — la più grande società quotata in borsa del comparto petrolifero su scala mondiale e il maggiore investitore nel Gnl del Qatar — ha rafforzato la sua rete globale con QP negli ultimi mesi tramite una serie di joint venture di rilievo.

Anche i rivali che non fanno parte dell’attuale produzione di Gnl, tra cui Chevron ed Eni, sperano di riuscire a partecipare all’espansione.

L’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, si è recato più volte a Doha nel corso dell’anno, stando a quanto riferito da fonti della società. Eni ha venduto a Qp quote in una serie di progetti in Mozambico, Messico, Marocco e Kenya.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below