April 30, 2019 / 11:09 AM / 7 months ago

Italia fuori da recessione tecnica nel 1° trimestre, Pil meglio di attese

MILANO (Reuters) - Nel primo trimestre l’economia italiana è tornata a crescere debolmente dopo due trimestri consecutivi di contrazione.

Secondo i dati provvisori di Istat, nel primo trimestre del 2019 il Pil italiano ha registrato un rialzo congiunturale dello 0,2%. Su basa annua, il Pil nel primo trimestre ha segnato una crescita di 0,1% dopo che nel quarto trimestre era rimasto invariato.

La mediana delle attese raccolte da Reuters in un sondaggio prospettavano un’espansione trimestrale di 0,1% e calo di 0,1% su base annua.

Confindustria aveva anticipato un’interruzione del calo del Pil primi mesi del 2019, avvertendo però come lo scenario per il secondo trimestre resti fragile e incerto.

L’associazione degli industriali ha inoltre sottolineato anche come il governo non sembra indicare nel Def come intende procedere aumentando così l’incertezza piuttosto che restituire fiducia.[nL5N2285GM]

Di seguito i commenti di alcuni economisti:

LOREDANA FEDERICO, UniCredit

“Il dato è leggermente migliore delle nostre attese che erano di un +0,1%. La notizia positiva è che con questi numeri c’è un cambio, rispetto a quello che si pensava alla fine dell’anno scorso, a livello della crescita acquisita per tutto l’anno che si situa a +0,1%.

E’ stato negativo il contributo della domanda domestica che, includendo le scorte, è difficile da decifrare; il supporto è invece venuto dalle esportazioni nette.

Per i prossimi trimestri mi aspetto che la crescita ripieghi nel secondo trimestre, con un andamento piatto, perché il contesto di fiducia di imprese e famiglia resta debole e quindi la ripresa dei consumi e degli investimenti saranno modeste e l’export si muove in un contesto di commercio mondiale che dovrebbe essere in contrazione nella prima parte dell’anno.

Nel secondo semestre il commercio mondiale dovrebbe riprendersi e anche i consumi privati dovrebbero trovare sostegno nelle misure messe in atto dal governo ad aprile”.

STEFANIA TOMASINI, Prometeia

“Un dato certamente incoraggiante. La nostra stima era di una ripresa dello 0,1%, gli ultimi dati sulla produzione industriale di febbraio sono però risultati migliori delle attese, quindi è un risultato che in qualche modo si poteva anticipare.

La recessione tecnica è ormai alle spalle, parliamo però di un anno che si apre con una crescita acquisita di 0,1% dunque sarà tutto in salita. La fase peggiore per la domanda interna sembra superata e dovrebbero esserci segnali positivi.

Guardiamo adesso con grande attenzione allo stato di salute dell’economia tedesca — in particolare ai settori manifattura e auto — cui l’Italia è molto sensibile.

Importante sarà anche il dato sulla produzione industriale di aprile, che potrebbe risentire negativamente dei numerosi ponti.

Attenzione anche agli effetti delle misure di stimolo messe a punto dal governo”.

FEDELE DE NOVELLIS, Ref

“E’ un dato coerente con le indicazioni positive legati al recupero della produzione industriale nei primi due mesi dell’anno, che a mio avviso può essere riconducibile a una ricostituzione delle scorte, utilizzate per soddisfare la domanda nell’ultima parte dell’anno scorso, dunque a un fattore occasionale. Ritengo che si tratti comunque di oscillazioni rispetto a una tendenza di fondo che resta sostanzialmente piatta. La fase ciclica resta di stagnazione. Tuttavia, alla luce del dato odierno, la nostra stima sulla media annua potrebbe essere rivista al rialzo intorno a zero da -0,1%”.

(Alessia Pé, Maria Pia Quaglia, Sara Rossi)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano.Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below