February 7, 2019 / 6:25 PM / 9 months ago

Lusso, anche Gucci inciampa in accuse social di razzismo e ritira maglione

MILANO (Reuters) - Anche Gucci inciampa nelle accuse di razzismo sui social dopo i casi Dolce&Gabbana e Prada.

Il marchio italiano controllato dal gruppo francese Kering si è scusato oggi ufficialmente su Twitter e ha annunciato il ritiro da tutti i negozi online e fisici di un maglione nero caratterizzato da un lungo collo che copre tutta la metà inferiore del viso e circonda la bocca con grandi labbra rosse.

Le numerose accuse apparse sui social di ricordare l’immaginario “blackface” - il modo con cui nell’Ottocento si truccavano gli attori bianchi per rappresentare persone di colore attraverso una esasperazione dei loro tratti somatici - hanno spinto Gucci a porgere “profonde scuse” per l’offesa causata. “Consideriamo la diversità un valore fondamentale (...), all’apice da ogni nostra decisione. Siamo impegnati a incrementare la diversità in tutto il gruppo e a sfruttare questo incidente come un momento di apprendimento per la squadra Gucci e oltre”, dice il comunicato pubblicato su Twitter.

Lo scorso dicembre era toccato a Prada ritirare dal mercato dei pupazzetti a forma di scimmia accusati sui social di richiamare l’iconografia razzista “blackface”, mentre Dolce & Gabbana erano stati travolti in novembre da un appello al boicottaggio da parte di consumatori cinesi per alcuni video promozionali.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below