February 5, 2019 / 1:45 PM / 10 months ago

Consob, governo indica Savona dopo accordo Lega-M5s, ok Colle

ROMA (Reuters) - Dopo l’intesa tra Lega e M5s il governo ha indicato Paolo Savona, attuale ministro per gli Affari Europei, alla presidenza della Consob, da oltre 4 mesi vacante a causa delle difficoltà nella maggioranza di giungere a un’intesa su un nome gradito anche al Colle.

Paolo Savona alla sede della Stampa estera a Roma. REUTERS/Alessandro Bianchi

Il Consiglio dei ministri, spiega Palazzo Chigi in un comunicato, ha avviato la procedura di designazione in vista del vaglio definitivo del Quirinale, che deve ratificare la nomina.

La procedura, a meno di accelerazioni particolari, richiederà circa due mesi e prevede l’acquisizione dei pareri non vincolanti delle Commissioni Finanze di Camera e Senato.

Nonostante le contestazioni del Pd, il governo esclude ostacoli legali e fattori di incompatibilità.

Savona va a sostituire Mario Nava, dimessosi il 13 settembre per le critiche del governo sulla presunta incompatibilità con il suo status di funzionario in aspettativa della Commissione europea.

Il Colle, attraverso una fonte vicina al Capo dello Stato, aveva già fatto trapelare in mattinata la disponibilità a nominare Savona in presenza di un’indicazione univoca da parte delle forze di maggioranza.

L’intesa è maturata dopo che proprio la presidenza della Repubblica aveva espresso dubbi sulla candidatura di Marcello Minenna, funzionario della stessa Consob.

Sulla stampa si è anche ipotizzato un ticket con Savona alla presidenza e Minenna segretario generale dell’Authority.

Il regolamento interno della Consob prevede, per la nomina del segretario generale, il voto favorevole di almeno 4 dei 5 componenti del Consiglio. Inoltre l’attuale segretario generale, l’avvocato Giulia Bertezzolo, è stata nominata a giugno 2018 con incarico dal primo settembre e durata cinque anni.

PD ANNUNCIA BATTAGLIA: MINISTRO INELEGGIBILE

Per il Partito democratico, la nomina dell’economista sardo sarebbe impraticabile a causa di una serie di impedimenti legali dovuti, in particolare, alle leggi Madia e Frattini.

Il ministro, inoltre, avrebbe lavorato fino al maggio 2018 per il fondo Euklid, quindi per un soggetto vigilato dalla Consob, fattispecie tale da configurare un possibile conflitto di interessi.

“Ci opporremo in tutti i modi a questa nomina illegittima”, dice in una nota Andrea Marcucci, capogruppo democratico a Palazzo Madama.

La legge Frattini del 2004 vieta per un anno a chi ha avuto incarichi di governo di ricoprire cariche o uffici in enti di diritto pubblico.

La legge Madia del 2015 impedisce invece incarichi dirigenziali in enti pubblici per chi è già andato in pensione, se non per un solo anno e a titolo gratuito.

Savona ha 82 anni. Il mandato al vertice di Consob dura 7 anni.

Una circolare di interpretazione della legge Madia sembra però escludere questa limitazione per incarichi conferiti da organi costituzionali.

L’incompatibilità legata alla legge Frattini potrebbe essere superata da un parere legale reso per il governo precedente, riferisce una delle fonti.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below