January 18, 2019 / 12:06 PM / 10 months ago

ANALISI - Reddito cittadinanza, i tagli tra le pieghe per farsi bastare 6 miliardi

MILANO (Reuters) - Come finanziare tutta la platea degli aventi diritto al reddito di cittadinanza con risorse ridotte a poco meno di 6 miliardi, meno della metà di quanto previsto inizialmente dalla proposta del Movimento 5 Stelle ?

Il premier Giuseppe Conte (a destra) con il vicepremier e ministro del lavoro Luigi Di Maio. REUTERS/Remo Casilli

La risposta è nel ritardare l’inizio del versamenti, nel ridurre la platea e nel diminuire, tra le righe, il valore del reddito di cittadinanza per le famiglie. Tutto questo senza ammainare la cifra-simbolo dei 780 euro che a questo punto riguarderà pro-capite solo i single aventi diritto che vivono in affitto. Ai 500 euro di reddito mensile vero e proprio si aggiungono 280 euro per l’affitto dell’abitazione.

Un lavoro articolato, condotto sottotraccia, grazie al quale il governo può affermare che i 6 miliardi destinati al reddito di cittadinanza 2019 saranno con tutta probabilità sufficienti.

Il risparmio più evidente, e valido solo per il 2019, è dato dall’introduzione del reddito di cittadinanza a partire dal secondo trimestre e non da inizio anno, slittamento che da solo taglia la spesa del 25%. A questo si aggiunge la riduzione della platea con l’introduuzione del criterio della residenza da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due consecutivi.

La misura meno evidente si chiama invece scale di equivalenza: per ogni componente maggiorenne della famiglia verrà assegnato un ulteriore reddito pari al 40% dei 500 euro del capo-famiglia. Per ogni figlio minorenne il contributo scende al 20%. Il tetto, al netto dell’affitto, è fissato a 1.050 euro, livello che penalizza le famiglie numerose.

La prassi nazionale e internazionale utilizza le scale di equivalenza con una progressione più elevata al crescere dei componenti del nucleo familiare.

La scala utilizzata dall’Istat, rispetto al reddito per il singolo componente, assegna un reddito più elevato del 70% alla famiglia di due componenti, di più del doppio alla famiglia di tre componenti. La progressione sale sino a quadriplicare il reddito per le famiglie di sette o più componenti.

Anche la scala di equivalenza adottata dal governo per il calcolo dell’Isee, l’indicatore della situazione economica in base al quale si misurerà la platea degli aventi diritto di cittadinanza, presenta valori ben più elevati di quelli inseriti nel decreto delle misure chiave del governo.

Un esempio può servire a chiarire la differenza. Consideriamo un famiglia tipo di genitori e due figli (uno maggiorenne e uno minorenne). Con il decreto legge del governo Conte il reddito di cittadinanza mensile raddoppia (a quello del capo-famiglia si aggiunge il 40% del coniuge, il 40% del figlio maggiorenne e il 20% del figlio minorenne) a 1.000 euro mensili, A livello annuo, quindi, il reddito di cittadinanza è pari a 12.000 euro a cui si aggiungono 3.360 euro in caso di abitazione non di propietà.

La stessa famiglia - applicando alla base di 500 euro del decreto legge la scala di equivalenza utilizzata da Istat - avrebbe diritto a 1.360 euro mensili (2,7 volte il valore base), pari a 16.320 annui. Si tratta di un reddito di cittadinanza maggiore del 36% rispetto a quello previsto dal decreto del governo. Differenza che si riduce a poco più del 6% se il confronto è con famiglie che incassano anche il contributo per l’affitto.

In ogni caso minori versamenti a una platea che, in base alla relazione tecnica al provvedimento, sarà l’85% dei nuclei familiari aventi diritto: poco più di un milione e mezzo rispetto al potenziale di 1 milione e 800.000 famiglie. Al netto di circa un terzo di famiglie con un solo componente rimane circa un milione di famiglie interessate negativamente dalle scale di equivalenza del governo.

I conti sono presto fatti: per ogni mille euro di risparmio sul reddito di cittadinanza annuo alle famiglie la minore spesa del governo è di un miliardo.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below