January 8, 2019 / 10:12 AM / 10 months ago

Carige attiverà garanzia Stato su bond, aumento precauzionale ipotesi residuale

Il logo di Carige a Roma, il 16 aprile 2016. REUTERS/Stefano Rellandini

MILANO (Reuters) - I commissari di Banca Carige stanno per chiedere l’attivazione della garanzia statale sulla emissione di obbligazioni, resa possibile dal decreto legge approvato ieri sera, a sostegno del funding a medio termine.

Lo dice una nota dell’istituto sottolineando che la ricapitalizzazione precauzionale, possibilità prevista nello stesso decreto, “è da considerarsi come un’ulteriore misura a tutela dei clienti, da attivarsi come ipotesi del tutto residuale”.

Ieri sera il governo è intervenuto a sostegno di Carige con un decreto legge, prevedendo l’accesso per la banca a forme di sostegno pubblico della liquidità con la concessione di garanzie di Stato su nuove emissioni e su finanziamenti straordinari erogati dalla Banca d’Italia.

A questo riguardo la nota diffusa ieri sera dal governo, sottolinea che “tali garanzie saranno concesse nel pieno rispetto della normativa in materia di aiuti di Stato.”

Inoltre è stata prevista la possibilità di accedere, con una richiesta specifica, a una ricapitalizzazione pubblica a scopo precauzionale — la stessa procedura utilizzata per Mps a fine 2016 — per preservare i ratio patrimoniali anche in uno scenario avverso di stress test.

Tra le altre iniziative avviate dai commissari vi è anche la due diligence sugli Npe della banca con l’obiettivo di ridurre ulteriormente il peso dei crediti deteriorati che dovranno scendere tra il 5 e il 10% degli impieghi, “senza impatti significativi sui ratio patrimoniali”.

Il derisking sarà uno dei pilastri del piano industriale che verrà presentato entro fine febbraio e che punta a definire un “percorso credibile non solo dal punto di vista della sostenibilità operativa ma anche, e soprattutto, in termini di attrattività in ottica di aggregazione”, spiega Carige.

Un’ulteriore iniziativa riguarda la proposta formulata allo Schema Volontario del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi per ridefinire le condizioni del bond subordinato da 320 milioni “tali da garantire la sostenibilità nel quadro del piano industriale in corso di preparazione e della prospettata aggregazione”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below