December 20, 2018 / 5:07 PM / a year ago

Antitrust: su concessioni servono gare non proroghe

ROMA (Reuters) - In materia di concessioni amministrative servono gare e non proroghe, per stimolare la concorrenza.

Lo scrive Antitrust in una segnalazione a governo e Parlamento, sottolineando le principali criticità in alcuni mercati a causa di un uso “distorto” delle concessioni.

I settori considerati sono quello delle autostrade, gli aeroporti, la distribuzione dell’acqua per la produzione elettrica e del gas, il servizio postale universale, e la Rai. Ma anche le concessioni marittime e demaniali e i posteggi su aree pubbliche, si legge sul sito dell’authority per la concorrenza.

Tra i punti critici delle procedure di assegnazione delle concessioni, il garante evidenzia: la scarsità di gare che invece devono costituire la regola; la loro ampiezza e durata da limitare e giustificare in base alle esigenze tecniche ed economiche e alle caratteristiche degli investimenti. L’autorità propone poi di eliminare i casi di preferenza per i gestori uscenti o per l’anzianità acquisita, e di evitare rinnovi automatici e proroghe.

Antitrust chiede il rapido rilascio delle frequenze in banda 700MHz, “senza il ricorso a proroghe ingiustificate nel rinnovo dei diritti d’uso ed evitando che la richiesta di un indennizzo al concessionario subentrante possa ostacolare l’accesso al mercato”.

RSul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below