November 23, 2018 / 7:53 AM / a year ago

Di Maio: governo dialogherà con Ue ma non cambia punti cardine manovra

Il vicepremier Luigi Di Maio. REUTERS/Max Rossi

MILANO (Reuters) - Il vice premier Luigi Di Maio prova ad abbassate il tono dello scontro con Bruxelles sulla manovra 2019 e a dare rassicurazione ai mercati.

In un’intervista a Repubblica, Di Maio ribadisce che il governo non taglierà i punti cardine della manovra ma spiega che “i prossimi giorni permetteranno ai mercati di essere rassicurati”.

“È importante ripetere che questo governo non vuole uscire dall’Europa e dall’euro, sarebbe anche un bene ribadirlo ai media esteri”, aggiunge.

Dopo le polemiche degli ultimi giorni seguite alla bocciatura ufficiale da parte della Commissione Ue della manovra per il prossimo anno, il vice premier spiega che da parte del governo italiano “ci sarà il massimo dialogo”, ma “non possono chiederci di tradire gli Italiani”.

“Ci sono tante cose che si possono fare: il taglio degli sprechi, le dismissioni. Ci sono molti asset non strategici su cui si può intervenire”, prosegue Di Maio.

Per quel che riguarda gli effetti delle misure sull’occupazione introdotte dal governo, il vice premier sottolinea che “i nuovi dati ci dicono che tra il primo semestre del 2018 e il secondo c’è un’impennata dei contratti a tempo indeterminato”.

— Nota: Reuters non ha verificato la correttezza di queste informazioni

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below