October 3, 2018 / 9:55 AM / a year ago

Di Maio: governo punta a calo debito/Pil 2020-2021 con tagli sprechi, crescita Pil

Il vice premier e ministro dello Sviluppo Economico e del Lavoro Luigi Di Maio a Roma il 7 giugno scorso. REUTERS/Tony Gentile

ROMA (Reuters) - Il rapporto deficit/Pil resta fissato al 2,4% per il 2019, ma il governo intende accelerare la discesa del debito nel 2020 e nel 2021 attraverso una più alta crescita economica, tagli agli sprechi e valorizzazione degli investimenti.

Lo ha detto il vice premier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro Luigi Di Maio parlando con i giornalisti.

“Il 2,4% resta per il 2019 sicuramente, per il 2020 e per il 2021 stiamo vedendo di accelerare l’abbassamento del rapporto debito/Pil con un intervento massiccio di tagli agli sprechi di previsione della crescita più alta e di valorizzazione degli investimenti”, ha detto Di Maio.

Per quanto riguarda l’ipotesi di inserire nuove clausole di salvaguardia nella manovra, il leader del M5s ha spiegato: “Noi non abbiamo adesso in cantiere clausole di salvaguardia, ma come in ogni legge di bilancio è chiaro ed evidente che se serviranno le inseriremo”.

(Angelo Amante)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below