29 settembre 2017 / 07:09 / tra 2 mesi

Avviato su Tim procedimento per mancata notifica controllo Vivendi

MILANO (Reuters) - L‘eventuale sanzione per la violazione degli obblighi di comunicazione legati alla normativa sul golden power, in relazione al presunto controllo di Vivendi su Telecom Italia (Tim), cadrebbe in capo a Tim.

Il presidente di Vivendi Vincent Bollore (a sinistra) con l'ad Arnaud de Puyfontaine. REUTERS/Jean-Paul Pelissier

“Il procedimento per l‘eventuale irrogazione della sanzione pecuniaria prevista è stato avviato nei confronti di Tim per la violazione da parte della stessa dell‘obbligo di notifica dell‘acquisto da parte di Vivendi del controllo e della disponibilità, a far data dal 4 maggio 2017, degli attivi di Tim”.

Lo hanno detto ieri in serata fonti di Palazzo Chigi, chiarendo quanto emerso in precedenza.

Una fonte governativa ha spiegato ieri che il gruppo di coordinamento sulla verifica per l‘attivazione del golden power su Tim con una riunione nel pomeriggio ha terminato il procedimento avviato ad agosto. Al termine dell‘istruttoria è stata accertata la sussistenza degli obblighi di notifica, ha aggiunto.

Fonti Tim ieri hanno spiegato che non ritengono ci sia alcun obbligo a carico della società, considerato che Tim non ha mai adottato delibere o atti che avessero come conseguenza una modifica della titolarità del controllo.

Vivendi non ha voluto commentare.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below