26 settembre 2017 / 16:01 / tra 3 mesi

Essilor-Luxottica, Commissione Ue apre indagine approfondita, esito entro 12 febbraio

MILANO (Reuters) - La Commissione europea ha avviato un‘indagine approfondita per valutare il progetto di integrazione tra Essilor e Luxottica alla luce del regolamento Ue sulle concentrazioni e adotterà una decisione entro il 12 febbraio.

Essilor-Luxottica, Commissione Ue apre indagine approfondita, esito entro 12 febbraio REUTERS/Alessandro Bianchi/File Photo

Il timore è che l‘operazione da 46 miliardi di euro possa ridurre la concorrenza sul mercato delle lenti ottiche, dice una nota della Commissione, che ha deciso di estendere le indagini anche al mercato delle montature.

“La metà degli europei porta gli occhiali e quasi tutti hanno bisogno prima o poi di lenti correttive. Per questo motivo, è necessario valutare attentamente se la concentrazione proposta non rischi di tradursi in prezzi più elevati o in una riduzione delle possibilità di scelta per gli ottici e, in ultima analisi, per i consumatori”, dichiara la commissaria per la Concorrenza Margrethe Vestager nella nota.

In un comunicato congiunto, le due società ribadiscono il loro obiettivo di chiudere la transazione entro la fine dell‘anno “in collaborazione con le competenti autorità” e si dicono “fiduciose della durata contenuta” della fase 2 della procedura, aggiungendo che “collaboreranno con la Commissione europea per dimostrare le ragioni del progetto di integrazione e i benefici che lo stesso porterà a tutti i clienti, ai consumatori e all‘intero settore”.

Secondo Luciano Di Via, partner di Clifford Chance e Responsabile Antitrust per l‘Italia, “l‘esito della procedura dipenderà in gran misura dal tipo di dialogo che le parti instaureranno con la Commissione in questa fase e le concessioni che metteranno sul piatto per controbilanciare eventuali rischi di chiusura del mercato derivanti da un‘integrazione verticale di questo tipo”.

“La Commissione potrebbe richiedere degli impegni sulla condotta commerciale tenuta dalla due società, mentre è più improbabile che vengano imposte delle cessioni di asset”, aggiunge il legale.

L‘indagine iniziale, spiega la Commissione, ha messo in luce “vari aspetti problematici” sull‘integrazione tra il maggiore fornitore di lenti oftalmiche e il principale produttore di montature.

In particolare “nutre il timore che la nuova entità possa utilizzare i forti marchi detenuti da Luxottica per convincere gli ottici ad acquistare lenti Essilor, escludendo così dal mercato altri produttori di lenti, tramite pratiche quali la vendita aggregata o vincolata”. L‘Antitrust Ue esaminerà se tale comportamento potrebbe ad esempio limitare la scelta al momento dell‘acquisto o produrre un aumento dei prezzi.

La Commissione intende anche valutare se, viceversa, la forza di Essilor nelle lenti possa escludere i concorrenti dal mercato delle montature. Infine, vuole capire se la concentrazione tra i due gruppi “possa comportare l‘eliminazione della significativa concorrenza che Luxottica sta cominciando ad esercitare nel settore delle lenti e Essilor nel settore delle montature per occhiali”.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below