20 settembre 2017 / 17:42 / tra 3 mesi

Eurofighter, rapporto Parlamento Austria: nessuna prova di corruzione in accordo

VIENNA (Reuters) - Da un‘indagine del Parlamento austriaco sull‘accordo da 2 miliardi di dollari per i jet Eurofighter non sono emerse tracce di corruzione o del fatto che Airbus e i suoi partner abbiano illegalmente influenzato politici austriaci, secondo il rapporto finale.

Un tecnico ispeziona un Eurofighter Typhoon. REUTERS/Ints Kalnins

Il Parlamento ha avviato l‘indagine a marzo per verificare se dei politici potessero aver ricevuto tangenti dai produttori dell‘Eurofighter per accettare l‘accordo.

Sul fronte giudiziario, i magistrati viennesi indagano sulle accuse di frode contro Airbus e il consorzio Eurofighter (che comprende il colosso della difesa britannico BAE Systems e Leonardo) sulla base delle accuse avanzate dal ministero della Difesa, che chiede compensazioni per 1,1 miliardi di euro.

Accuse relative a possibili tangenti emersero quasi immediatamente dopo l‘accordo nel 2003.

L‘Austria aveva inizialmente ordinato 18 Eurofighter, riducendo poi il numero a 15 nel 2007. Quattro anni fa ha quindi ordinato una revisione dell‘acquisto a seguito di accuse di presunta corruzione.

Airbus non ha voluto commentare il rapporto.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below