19 settembre 2017 / 08:41 / un mese fa

Lusso, Morgan Stanley taglia Moncler e Prada, digitale mette a rischio fedeltà

** Morgan Stanley ritiene che la digitalizzazione faciliti un nuovo livello di competizione nel mondo del lusso perché mette a rischio la fedeltà ai brand e si aspetta che a soffrirne sia soprattutto il settore abbigliamento, seguito da quello calzaturiero.

Lo show autunno/inverno di Prada alla Settimana della Moda di Milano, il 23 febbraio 2017. REUTERS/Alessandro Garofalo

** Una maggiore scelta apre a una possibile frammentazione, scrive in un report la banca d‘affari che vede come “nuova normalità” per il settore un generale rallentamento della crescita e una maggiore ciclicità. Questo, sottolinea, riduce la visibilità sui marchi.

** I titoli preferiti da Morgan Stanley (“overweight”) sono LVMH e Richemont, mentre sono “underweight” Swatch e Tod‘s. Oggi sono stati tagliati a “underweight” anche Hugo Boss e Prada.

** Moncler è stata declassata a “equal-weight” da “overweight”. “E’ uno dei nostri brand preferiti [...], restiamo molto fiduciosi nella forza del brand e in un andamento migliore di quello dei concorrenti; ma dopo che il mercato ha alzato i multipli sugli utili e il titolo è salito del 50% da inizio anno, pensiamo che in borsa possa prendere un po’ di respiro nei prossimi mesi”, conclude il broker. Il titolo cede l‘1,4% a Milano in un mercato piatto. ** Su Ferragamo (-1% in borsa) MS conferma “equal weight”. “Ci piace l‘aspetto della ristrutturazione, ma temiamo che il periodo di transizione duri più del previsto (...). Nel 2018 potrebbe diventare una storia interessante di rilancio”, aggiunge Morgan Stanley.

** Anche Tod’s (“underperform”) è vista come potenziale storia di rilancio, ma il broker teme nuovi risultati deludenti nel secondo semestre.

** Per Prada “il ciclo ribassista” non sembra ancora terminato. Per quanto la pelletteria sia meglio posizionata dell‘abbigliamento (che comunque vale il 20% dei ricavi), “c‘è stato un livello deludente di nuovi lanci di prodotti”, conclude Morgan Stanley.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below