15 settembre 2017 / 14:38 / 3 mesi fa

Francia e Italia valutano alleanza navale con partnership Thales e Leonardo

ROMA/PARIGI (Reuters) - Nei negoziati in corso per risolvere la disputa Fincantieri-Stx, Italia e Francia stanno discutendo di un‘alleanza nel settore navale che potrebbe portare a una partnership con il secondo e terzo gruppo europeo della difesa Thales e Leonardo, riferiscono due fonti vicine alla vicenda.

Parigi, il premier Paolo Gentiloni e il presidente francese Emmanuel Macron all'Eliseo, lo scorso 28 agosto. REUTERS/Charles Platiau

L‘idea è emersa mentre Parigi e Roma cercano di risolvere una disputa sul cantiere navale nella Francia occidentale che il governo francese ha nazionalizzato per bloccare il tentativo di takeover da parte di Fincantieri. La Francia era preoccupata per la perdita di posti di lavoro nel cantiere, il solo in Francia abbastanza grande per costruire portaerei e altre navi di grandi dimensioni.

Roma e Parigi sperano di trovare un accordo sui cantieri di STX France in tempo per il vertice franco-italiano del 27 settembre a Lione dove il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro italiano Paolo Gentiloni cercheranno di smorzare le tensioni legate alla crescente influenza francese sull‘industria italiana.

“Sono stati fatti progressi verso ipotesi di un polo europeo civile e militare” nel settore navale, ha detto a Reuters una fonte italiana con accesso ai colloqui.

“E’ chiaro che Leonardo, così come Thales, non possono essere ignorate. Difficile però dire fin d‘ora come si farà. Sarà parte del processo”.

Una fonte francese a conoscenza delle trattative riferisce che Thales e Leonardo sarebbero coinvolti come partner per Fincantieri, che aveva sottoscritto l‘accordo poi abortito per l‘acquisto di STX, e Naval Group, il gruppo francese della difesa navale che era destinato a rilevare una quota di minoranza in STX.

Il funzionario francese, che ha chiesto di parlare a patto di non essere identificato, ha detto che Thales e Leonardo potrebbero diventare azionisti in una più vasta alleanza o semplicemente fornitori ma che al momento non si parla di un accordo tra Thales e Leonardo.

    Thales, Naval Group e Leonardo non hanno commentato.

Un portavoce di Naval Group ha detto che la società “è sempre stata chiara sul proprio desiderio di un‘alleanza industriale a livello europeo. Proseguire le discussioni con Fincantieri ci consentirebbe di intensificare la fruttuosa collaborazione che abbiamo e, col tempo, di creare un leader globale”.

Il portavoce non ha voluto commentare sulla possibilità di estendere l‘alleanza a Leonardo e Thales.

Una fonte governativa ha detto che c‘è l‘ipotesi che i due Paesi lavorino insieme per i prossimi 12 mesi per elaborare valutazioni e proposte sulla parte militare dell‘accordo.

La ministra Roberta Pinotti sarebbe “preoccupata per i possibili contraccolpi di una intesa su STX sulle aziende della difesa italiane, la principale delle quali è Leonardo”.

-- Ha collaborato Antonella Cinelli

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italianoLe top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below