6 settembre 2017 / 08:35 / tra 3 mesi

Italiani insoddisfatti, Fondazione Bertelsmann: votano a destra e criticano Ue

BERLINO (Reuters) - Con il cuore politicamente a destra, gli italiani appaiono rispetto ad altri cittadini europei più insoddisfatti della propria situazione economica e critici per come sono gestiti sia il Paese sia l‘Europa.

Italiani insoddisfatti, Fondazione Bertelsmann: votano a destra e criticano Ue. REUTERS/Alessandro Bianchi

Se il 36% dei cittadini Ue ritiene che il proprio Paese stia andando nella giusta direzione, in Italia ci si ferma al 13% mentre la percentuale tedesca è del 59%, secondo un sondaggio della Fondazione Bertelsmann.

L‘indagine è stata condotta a luglio su un campione di 10.755 cittadini dell‘Unione europea distribuito per classi di età, genere e nazione di appartenenza. Il sondaggio fornisce in dettaglio i dati relativi alla media dei 28 Paesi e delle sei nazioni più popolose (Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Spagna e Polonia).

Il quadro italiano è desolante: solo il 16% dei cittadini ritiene di trovarsi in una condizione economica migliore rispetto a due anni fa, il 30% non osserva differenze mentre il 54% pensa di stare peggio.

Fra i tedeschi invece il 34% degli intervistati dice di stare meglio e meno di un quarto denuncia una situazione più svantaggiosa.

Anche Oltralpe prevalgono toni in chiaroscuro ma il 23% dei francesi sostiene di aver fatto passi avanti a livello economico.

Il lascito della crisi si ripercuote a livello politico. I tedeschi sono orientati alla continuità: il 63% del campione apprezza il modo in cui opera la democrazia federale e in ciò fornisce un ulteriore riscontro positivo per la cancelliera Angela Merkel in vista delle elezioni del 24 settembre.

“Simili risultati sono indicativi di una società soddisfatta di sé e orientata allo ‘status quo’, diversamente da quanto accade altrove in Europa”, commentano le autrici del sondaggio, Catherine de Vries e Isabell Hoffmann.

In Italia solo il 17% è soddisfatto di come funzionano le istituzioni democratiche contro il 50% dei francesi e il 56% degli inglesi.

Tra i big europei la Francia è la nazione più polarizzata, con solo il 51% degli intervistati che si definisce di centro e il 25% che vota a destra o estrema destra.

Gli italiani, il 55% dei quali stando al sondaggio vota centro-destra, destra o estrema destra, sono anche i più euroscettici perché solo il 56% voterebbe per restare nell‘Unione, la percentuale più bassa tra i Paesi sotto esame contro il 75% dei tedeschi e il 69% dei francesi.

Oltre i due terzi degli italiani giudica negativamente la leadership tedesca in Europa contro il 39% dei francesi e il 48% degli spagnoli.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below